Elezioni a Meta: faccia a faccia tra i tre aspiranti sindaci

Meta-elezioni

META. Nella giornata di ieri, si è tenuto il confronto preelettorale tra Bruno Antonelli, Giuseppe Tito e Antonella Viggiano, presso la Casina dei Capitani. Un faccia a faccia, durato circa due ore, per parlare di programmi, intenzioni ed ambizioni dei tre candidati ad indossare la fascia tricolore.

Al centro del dibattito il tema del lavoro e dei giovani, vera piaga sociale secondo Giuseppe Tito: “In questi ultimi anni le opportunità di lavoro sono diminuite, le attività artigianali si sono ridotte e l’area del piccolo commercio si è contratta. Una amministrazione competente e trasparente del Paese è il nuovo orizzonte verso cui si deve muovere una rinnovata classe dirigente”.

La vicinanza verso i cittadini e il dialogo con le istituzioni sono i punti cruciali secondo Antonella Viggiano: “Le istituzioni e la politica devono essere vicine alle persone ed ai loro problemi. La casa comunale deve essere il centro propulsore della vita della comunità, per la quale i servizi vanno potenziati ed ottimizzati”.

Apertura e dialogo con la gente sembra essere l’obiettivo intorno al quale ruota anche l’attenzione politica del gruppo di Bruno Antonelli, che a Meta conquistò il favore dei cittadini vincendo le elezioni del 2004:”Il cittadino, a tutte le età, è propulsore e destinatario dell’azione amministrativa. Il cittadino, in ogni momento, troverà disponibilità all’ascolto per la soluzione di problemi o per discutere proposte, come già in passato abbiamo dimostrato. Il nostro agire sarà indirizzato ad uguale tutela degli abitanti dell’intero territorio comunale, centro e frazioni”.