Elezioni: crollo dell’affluenza in penisola sorrentina

elezioni-europee-sorrento

Una cosa è certa, la maggioranza degli elettori ha disertato i seggi. E’ quanto emerge dai dati sull’affluenza resi noti dal ministero dell’Interno alle ore 23, al termine delle operazioni di voto. Il calo dell’affluenza in penisola sorrentina in alcuni casi supera il 20%.

Il caso emblematico è Sant’Agnello, dove si registra un dato di partecipazione degli aventi diritto pari al 48,98%, a fronte del 70,11% della precedente tornata. Ancora più deludente è la risposta a Massa Lubrense, dove si è raggiunto appena il 35,36% contro il 56,78% delle precedenti elezioni. A Piano il calo è stato più contenuto: 49,96% rispetto al 66%. Anche a Sorrento si registra un deciso calo dell’affluenza, con il 41,71% rispetto al 62,87% della volta scorsa. a Vico Equense, infine, il dato sui votanti arriva al 49,14%, contro il 70,99% della tornata precedente.

Discorso a parte, ovviamente, è quello che riguarda Meta. La coincidenza con le amministrative ha portato molti più elettori ai seggi. Qui si è raggiunto il 77,81% contro l’80,99% delle ultime elezioni. Ora si dovrà attendere il pomeriggio di domani (lo spoglio inizia alle 14) per sapere chi tra Bruno Antonelli, Giuseppe Tito e Antonella Viggiano sarà il nuovo sindaco.