Due superyacht da 43 e 65 metri in costruzione nei cantieri Palumbo

isa-yacht-palumbo

Il lusso in mare è sempre più targato Napoli. Due nuovi superyacht sono stati ordinati ai cantieri Isa di Ancona gestiti dal gruppo Palumbo, una delle aziende storiche del porto di Napoli. Dopo la sinergia messa in atto tra gli impianti di Ancona e Napoli, la Isa Yachts ha annunciato la vendita di un nuovo superyacht di 43 metri e subito dopo la vendita di un Motor Yacht Custum di 65 metri. Il progetto Isa Alloy 43, disegnato da Luca Dini, sia per quanto riguarda gli esterni sia per gli interni, è la prima unità di una nuova gamma semi-dislocante in alluminio, votata al lusso e al massimo comfort in crociera. Il nuovo 43 metri garantirà, al contempo, un assoluto livello di efficienza.

Attualmente in costruzione presso il cantiere Isa sarà consegnato al suo armatore nel 2019. Il layout, precisa una nota del gruppo Palumbo, prevede cinque cabine con la suite armatoriale sul ponte principale, mentre un beach club di grandi dimensioni permetterà agli ospiti di stare a stretto contatto con il mare, anche grazie allo specchio di poppa in grado di ruotare all’indietro fino a toccare la superficie dell’acqua. Il maxi yacht sarà in grado di raggiungere una velocità fino a 20 nodi di massima e navigare a una confortevole andatura di crociera a 18 nodi. Riducendo il passo a 12 nodi l’autonomia calcolata supererà facilmente le 3.500 miglia nautiche.

La lunghezza di 43 metri e il baglio di 8,10 metri si accompagnano ad un altro dato saliente che è il pescaggio, ridotto a soli 2,3 metri, che permetterà di raggiungere baie marine con fondali di bassa profondità. E non basta. L’azienda che fa capo ad Antonio Palumbo ha anche annunciato la vendita di un nuovo motoryacht custom Isa 65 metri avvenuta in collaborazione con Simon Goldsworthy dell’ufficio Edmiston di Londra che ha presentato l’acquirente, un importante armatore europeo, con grande esperienza nel mondo dello yachting.

La piattaforma di Isa 65 metri su cui sarà costruito lo yacht, rappresenta l’evoluzione ristilizzata e sostanzialmente modificata dei due pluripremiati superyacht di 63 metri consegnati da Isa in anni recenti: Mary Jean II e Kolaha. Enrico Gobbi di Team 4 Design ha curato il restyling di molti modelli Isa e, insieme al suo team, ha seguito sia gli esterni sia gli interni di questo superbo yacht. Si tratta di una costruzione che sarà caratterizzata da un layout a sei cabine più una settima convertibile, suite armatoriale a tutto baglio collocata a prua del ponte principale e un beach club a poppa, anch’esso a tutto baglio, con due porte laterali scorrevoli.

“Siamo davvero felici – dice Giuseppe Palumbo, ceo di Isa Yachts – che un nuovo armatore con esperienza scelga il nostro cantiere per costruire il suo sogno e non abbiamo dubbi che questo yacht saprà, letteralmente, far girare la testa in ogni marina”.

Il 65 metri, dunque, è il secondo contratto per nuova costruzione siglato da Isa Yachts nell’arco di un mese. “La risposta del mercato ci conferma che siamo sulla strada giusta, focalizzati per cavalcare al meglio quest’onda di positività”, sottolinea Francesco Carbone, general manager di Isa. L’armatore è stato coinvolto a fondo nella fase di progettazione. I tecnici hanno lavorato in stretta collaborazione con il team tecnico del cantiere e questo consente di dire che si tratta della “sua barca” sotto ogni punto di vista.

“Abbiamo portato avanti – dice Gianpaolo La Penna, direttore tecnico del cantiere – un grande lavoro di squadra insieme allo staff che rappresenta il cliente. Il suo contributo, unitamente all’impegno del cantiere per migliorare la piattaforma già esistente, hanno rappresentato la chiave per finalizzare al meglio il progetto sia dal punto di vista tecnico sia del design”. Questo nuovo 65 metri sarà costruito nel cantiere Isa Yachts con consegna prevista per la primavera del 2021.

di Antonino Pane da Il Mattino