Due persone salvate e multe a lidi e diportisti nel primo weekend di luglio

motovedetta-mare-sicuro

Il fine settimana appena trascorso, anche a causa dell’innalzamento delle temperature, ben al di sopra della media stagionale, ha comportato il sovraffollamento delle spiagge ed una altrettanto consistente presenza di unità da diporto in mare.

Per garantire una serena fruizione di arenili e specchi acquei nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2016” il personale della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, agli ordini del comandante Guglielmo Cassone, è stato largamente impegnato su tutto il territorio stabiese e della penisola sorrentina con un mirato dispositivo, navale e terrestre, finalizzato a garantire la necessaria cornice di sicurezza a bagnanti e diportisti nel territorio di giurisdizione del Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia, mediante l’impegno costante di circa 20 militari.

I pattugliamenti ed i controlli, eseguiti sia a mare che a terra, sono stati mirati a verificare le attività delle strutture balneari ed il corretto utilizzo del demanio marittimo, la regolarità della navigazione da diporto nonché le attività di pesca marittima, sia sportiva che professionale.

Nell’ambito delle verifiche effettuate presso alcuni operatori balneari, sono stati elevati diversi verbali amministrativi lungo il litorale di Meta di Sorrento e Castellammare di Stabia, per assenza dell’assistente bagnante dalla prevista postazione comminando un totale di sanzioni pari a circa 2mila euro.

In materia di pesca marittima, nell’ambito dei controlli svolti dal personale imbarcato sono stati controllati circa dieci pescatori sportivi.

Nell’ambito dei controlli effettuati a mare con le unità navali destinate all’operazione Mare Sicuro, sono stati controllati e sanzionati diversi diportisti nelle acque del Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia per mancanza o scadenza della prevista documentazione di bordo.

Nelle acque antistanti il litorale di Castellammare di Stabia, in prossimità dello stabilimento balneare “Stone”, il battello GC A56 ha inoltre effettuato un soccorso in favore di un natante con due persone a bordo, che a causa di un’avaria al motore, ormai in balia del mare, era prossimo a infrangersi contro gli scogli. Tranquillizzate le persone a bordo dell’unità da diporto si accertava che non necessitavano di assistenza medica. Sotto il coordinamento della sala operativa della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, l’unità navale, veniva allontanata dalla parete rocciosa e, successivamente, assistita fino all’ormeggio nel porto di Castellammare di Stabia.

Al termine del lungo week end, il comandante Cassone ha nuovamente ricordato che il numero blu 1530 dedicato alle emergenze in mare, è valido su tutto il territorio nazionale 24 ore al giorno ed è utilizzabile gratuitamente sia da telefonia fissa che mobile. Attraverso i cellulari è possibile mettersi in contatto diretto con la Capitaneria di Porto in cui ricade la cella più vicina, riducendo ulteriormente i tempi di intervento.