Donna investita da un’auto e orde di teppisti: ennesima domenica di caos a Meta

meta-stazione

META. Non bastano i presidi armati delle forze dell’ordine alla stazione della Circum. Le domeniche d’estate a Meta continuano ad essere all’insegna dell’invivibilità. E l’altro giorno non è andata meglio, anzi. L’episodio più grave verificatosi lungo le strade della cittadina costiera è l’incidente occorso ad una pediatra di 55 anni. La donna è stata travolta da un’auto in via Salvatore Ruggiero, nei pressi della scuola elementare. Sul posto i carabinieri della stazione di Piano di Sorrento che hanno identificato e multato il conducente del veicolo. La donna, ancora sanguinante, è stata soccorsa dagli operatori del 118 e ricoverata d’urgenza all’ospedale di Sorrento. I medici le hanno riscontrato la rottura dei denti e traumi in varie parti del corpo, ma le sue condizioni non sarebbero critiche.

Incidente che ha concluso una giornata di caos. Meta è stata preso d’assalto da migliaia di bagnanti provenienti dall’hinterland napoletano, vesuviano e stabiese. Gruppi di ragazzi hanno invaso il percorso che dalla stazione della Circumvesuviana conduce alla spiaggia di Alimuri, occupando la sede stradale e bloccando il traffico. Tutto ciò tra il disappunto dei residenti. Proteste che possono essere sintetizzate nelle lamentele di un abitante di via del Salvatore: “La stazione è presidiata dai carabinieri con tanto di mitra e camionette, ma il resto del paese sembra terra di nessuno. Così non si può andare avanti, abbiamo il diritto di essere protetti dai pirati della strada e dai bagnanti molesti”.

Per fronteggiare il problema, negli anni scorsi, la Giunta guidata dall’ex sindaco Paolo Trapani aveva stipulato una convenzione con i volontari dell’Associazione nazionale carabinieri. L’accordo, che prevedeva la sorveglianza anche delle scuole comunali, non era stato poi rinnovato. Ora il caos e l’incidente stradale diventano subito un caso che vede il botta e risposta tra opposizione e maggioranza. “Il Comune ha recentemente assunto otto vigili urbani part-time – attacca Antonella Viggiano, leader dell’opposizione del gruppo Meta Comune -. I nuovi agenti della polizia municipale devono essere dislocati su tutto il territorio, se si vogliono tutelare i cittadini ed evitare che le nuove assunzioni si riducano a un semplice spot”.

A stretto giro la risposta del sindaco Giuseppe Tito: “La sicurezza resta una priorità assoluta del nostro impegno nei confronti della città. Abbiamo assunto nuovi vigili urbani e predisposto il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza in alcuni punti strategici. Stiamo facendo e continueremo a fare la nostra parte per rendere il paese sempre più sicuro e vivibile. Dal prossimo weekend saranno impegnati sulle rotte delle spiagge anche i volontari dell’Associazione nazionale carabinieri”.