Domani Sorrento celebra Sant’Antonino

processione-santantonino

SORRENTO. Ricorre domani l’appuntamento con la festa patronale di Sant’Antonino. Antiche tradizioni e riti che si rinnovano e consolidano di anno in anno come l’alimentazione della lampada votiva della basilica con l’olio prodotto dai contadini sorrentini.

Dal 5 febbraio, a mezzogiorno, il “campanone” della basilica ha annunciato l’inizio della novena e i rintocchi anche stavolta sono stati accolti come l’augurio di una primavera prospera per le attività agricole e turistiche.

Nel giorno della vigilia, al mattino, la consueta processione nella piazza antistante la basilica di Sant’Antonino si concluderà con l’intervento dell’arcivescovo Francesco Alfano, per celebrare il sacramento della cresima. Nel pomeriggio la cerimonia dei vespri solenni segnerà la fine della novena), durante la quale, anche quest’anno, si è rinnovato il gemellaggio tra Sorrento e Campagna, la cittadina salernitana dove il Santo vide la luce.

arcivescovoAlfano

La devozione raggiunge i momenti clou nel giorno della festa di domani: la folla interminabile dei fedeli raggiunge la basilica da tutta la penisola sorrentina per partecipare alle funzioni e scendere nella cripta, il cosiddetto “succorpo”, che ospita le spoglie di Sant’Antonino. Tutti a segnarsi con l’olio benedetto, di cui è unta la lamina d’argento dietro la statua del patrono. In tanti a soffermarsi davanti alle tele che raffigurano gli interventi del santo a protezione della gente di Sorrento, come la liberazione dalla peste del 1656.

In occasione della festa si svolge anche la tradizionale processione (che parte dalla basilica alle ore 9) dietro l’antica statua d’argento, opera dell’orafo Scipio di Costantio del 1574, portata a spalle per la città dagli uomini di mare di Marina Piccola, con autorità civili e militari e le confraternite laicali.

Accanto alle funzioni religiose, Sorrento con la festa di Sant’Antonino si rianima in vista della nuova stagione turistica. Con il mercatino sul corso Italia e la vetrina delle piante destinate ad alimentare il patrimonio arboreo dei giardini sorrentini in via San Renato. E con una fitta ragnatela di bancarelle e angoli di arte varia.

basilica-sant'antonino

Per garantire la mobilità nel corso della festa patronale è stato anche varato un particolare dispositivo traffico. L’ordinanza della polizia municipale prevede il divieto di sosta in piazza Sant’Antonino a partire dalle 7 di oggi e fino alla mezzanotte di domani. Sul corso Italia tra piazza Tasso e la cattedrale ed anche tra piazza Tasso e piazza lauro, nella stessa piazza lauro, in viale Caruso e viale Montariello lo stop alla sosta scatta dalle 14 di oggi fino alle 24 di domani. Sul tratto del corso Italia tra la cattedrale e l’incrocio con via Capo, in largo Parsano Vecchio ed in via Fuoro auto e scooter non potranno essere parcheggiati dalle 7 alle 12 di domani.

Per quanto riguarda, invece, la circolazione, il corso Italia tra piazza Tasso e l’incrocio di Marano sarà off-limits dalle 17 di oggi fino alla mezzanotte di domani. Via Correale, via Fuorimura, e via Marziale saranno, invece, chiuse dalle 7 alle 24 di domani. Infine via San Cesareo, via Fuoro, via del Mare, largo Parsano Vecchio, corso Italia, piazza Tasso, via De Maio e piazza Sant’Antonino, saranno interdette al transito dalle 9 di domani e fino al passaggio della processione.