Dolce e Gabbana conquistano i Faraglioni

sfilata-dolce-gabbana-capri

di Annamaria Boniello (Capri Press)

Dolce e Gabbana snobbano la Piazzetta ed organizzano la loro sfilata di alta moda nel punto più inaccessibile dell’isola di Capri. Nella baia dai Faraglioni, alla base dei guardiani dell’isola, i mitici giganti di roccia, scelta dalle due star della moda made in Italy, Domenico Dolce e Stefano Gabbana, che per due giorni interi hanno “conquistato” i due stabilimenti più famosi delle coste isolane, Da Luigi e la Fontelina. Il primo, l’antico stabilimento balneare che annovera tra i suoi frequentatori gli intellettuali di un tempo come Curzio Malaparte, Roger Peyrefitte, Liliana Cavani e Lucia Bosè; la seconda location, incastonata nella roccia, che è stata la passerella naturale per la sfilata delle 78 top model che hanno avuto il privilegio di presentare la collezione di alta moda autunno-inverno, è il luogo privilegiato per la tintarella tout court dei divi e personaggi di ieri da un giovane Kirk Douglas a Edda Ciano alle star di oggi straniere e italiane come Mariah Carey a Steven Spielberg fino alla principessa Carolina di Monaco.  Luoghi super blasonati che hanno visto passare principi, regnanti e dive di ogni tempo si sono prestati, quindi, per una notte, a fare da teatro alla sfilata più glamour dell’anno. Abiti in seta e in cotone che ricordavano quelli degli anni ’60 e mise con vera pelle di lince o ermellino colorato, tra gli accessori gioielli preziosi pezzi unici, per un mix di gusti e modelli adatti ad ogni nazione. Mise particolari per le 78 modelle che riecheggiavano abiti d’altri tempi, lunghi ed ampi come erano quelli che abitualmente si vedevano a corte indossati da teste coronate. Quasi un omaggio che probabilmente i due stilisti hanno doluto dare alla “Regina” d’Italia, il nome della mamma di Domenico Dolce e che è impresso anche a poppa del superlussuoso yacht che è ormeggiato nel porto turistico di Capri. Nel tam tam della vigilia, tra addetti ai lavori e non, erano stati annunciati i nomi più importanti del jet set internazionale e il nome più atteso da paparazzi e cronisti di cronaca rosa sempre a caccia di scoop era quello di Madonna, la testimonial e amica di Dolce e Gabbana che secondo i bene informati aveva già assicurato la sua presenza ma, salvo un travestimento occulto o l’arrivo via mare in elicottero, nessun caprese o vacanziere e nemmeno gli ospiti hanno avuto occasione di notare la pop star più famosi dei tempi. Nonostante l’arrivo rocambolesco via mare di ospiti e invitati approdati alla Fontelina rigorosamente in gozzo, il pienone all’evento è stato assicurato così come la caccia all’invito alla serata blindatissima da security e bodyguard che hanno impedito a chiunque l’accesso. Solo pochissimi amici, tantissimi buyers internazionali e alcuni dei clienti più importanti che, secondo indiscrezioni, annualmente fanno acquisti per almeno 50mila euro. Tra gli ospiti Eva Herzigova, attrice e supermodella ceca, testimonial della campagna primavera-estate di Dolce & Gabbana; Bianca Brandolini d’Adda, l’ex di Lapo Elkann; Bianca Balti, la protagonista dello spot di D&G realizzato proprio con lo sfondo dei faraglioni di Capri; Carmen Manzano top model e indossatrice spagnola; il ballerino Roberto Bolle; la principessa Marie Chantal di Grecia con la figlia Maria Olympia. La sfilata si è conclusa con uno straordinario spettacolo di fuochi artificiali che ha illuminato i Faraglioni poco prima del gala dinner sulla terrazza del ristorante e ieri si è tornato allo stile made in Capri: tutti in versione elegante o casual all’Anema e Core, la taverna di Guido lembo che per la prima volta nei suoi vent’anni di vita è rimasta chiusa per un finesettimana e l’ingresso riservato solo a tanti esclusivi ospiti, un regalo che Guido ha voluto fare ai suoi amici Domenico Dolce e Stefano Gabbana.