Documentazione sospesa: chiusa un’altra casa vacanza abusiva

b&b-sorr

SORRENTO. Un’altra casa vacanze che ospitava turisti nel salotto nobile della città viene fatta chiudere per mancanza della necessaria documentazione amministrativa. Nonostante le sollecitazioni dal Comune, il proprietario, all’epoca dei fatti, non integrò la pratica, come previsto dalla legge, ma anzi proseguì nella sua attività di fitto. Ed ecco che è arrivato l’ennesimo stop ad una casa di via Luigi De Maio.

L’estate è finita e gli abusivi del turismo hanno già fatto scomparire ogni prova dell’attività. Un giro di soldi inimmaginabile che ha arricchito tanti piccoli imprenditori, i quali, consapevoli di star frodando la legge, assumono al loro posto dei baldi giovani che si occupano del fitto degli appartamenti: “Rispondere ad email, andare a prendere i turisti e recuperare le chiavi quando vanno via”. Soldi facili. Soldi veloci. E tutti, rigorosamente a nero. Zero fatturazione, zero tassa di soggiorno e tanto, ma tanto denaro sommerso.
b&bsorr

Strano come sempre a Sorrento si stiano accanendo sugli appartamenti di via Luigi De Maio. Quando basta allontanarsi un po’ per trovare centinaia di b&b non a norma. Sono su internet. Nei portali a loro riservati, eppure nessuno per un intera estate se n’è occupato. Non serve Sherlock Holmes. Bastava accendere un computer. Ma ormai è tardi. Il turismo fuorilegge ha levato le tende.