Danni di immagine per il turismo in Campania dalla campagna denigratoria in atto, Costanzo Iaccarino: “Acqua e cibi sono genuini, sicuri e super controllati”

SORRENTO. “La campagna denigratoria imbastita ai danni di Napoli e della Campania rischia di compromettere l’immagine turistica della nostra Regione e di affossare un settore che, a dispetto della crisi, resta un volano fondamentale per la nostra economia”.

 

Costanzo Iaccarino, presidente di Federalberghi Campania e patron dell’Imperial Tramontano di Sorrento, commenta così all’Ansa le polemiche scatenatesi dopo la pubblicazione dell’ultimo numero de l’Espresso dal titolo “Bevi Napoli e poi muori”.

“Non è ammissibile che qualsiasi fatto si verifichi in Campania venga amplificato in questo modo – continua Iaccarino -. Certi problemi riguardano tante altre Regioni italiane, ma solo in Campania acquistano risonanza”.

Il numero uno degli albergatori della Regione, infine, rassicura: “Le acque ed i cibi che offriamo ai nostri ospiti sono genuini, sicuri e super controllati. I turisti che scelgono la nostra splendida Regione come meta delle loro vacanze godono di tutte le attenzioni che sono frutto di una consolidata vocazione all’ospitalità e di una radicata cultura dell’accoglienza. Perciò, possono dormire sonni tranquilli”.

RIPRODUZIONE RISERVATA