Capri Watch fashion & Accessories

Dal Governo 90mila euro per i buoni spesa a Sorrento. Il sindaco Cuomo: Pochi spiccioli

Giuseppe-Cuomo1

SORRENTO “Lo avevamo detto a poche ore dall’annuncio del presidente Conte. I buoni spesa messi a disposizione dal Governo per i soggetti bisognosi si riducono a pochi spiccioli, che serviranno solo per alimentare illusioni”. Lo afferma il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, nel constatare l’entità delle somme messe a disposizione dallo Stato per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Ammontano a 89mila e 500 euro euro, i fondi concessi al Comune di Sorrento, con l’ultimo provvedimento dell’esecutivo per aiutare le persone in difficoltà. Risorse che il sindaco Cuomo considera “non certo sufficienti a fare fronte alle esigenze delle famiglie bisognose e a rispondere alle richieste di aiuto dei nuovi soggetti in difficoltà: lavoratori stagionali, ma anche professionisti, artigiani, piccoli commercianti e tanti che si sostenevano con impieghi di fortuna e che oggi, con la chiusura totale di ogni attività, soffrono economicamente”.

“In anticipo sulle attività del governo – aggiunge Cuomo – dal primo momento ci siamo mossi per dare risposte concrete ai nostri concittadini che oggi non hanno più un reddito, con l’attivazione dei nostri servizi sociali e anche con l’apertura di un conto corrente dedicato, che ha attirato addirittura inutili polemiche e critiche ingenerose. Ma tant’è. Oggi siamo chiamati a fare la nostra parte e non ci tiriamo indietro”.

Poi l’annuncio di iniziative in proprio: “Stiamo lavorando in queste ore per accelerare sugli aiuti. Siamo solo all’inizio di questa crisi e chiediamo con forza all’esecutivo di attivare intanto nuove risorse e strumenti agili, per consentirci di dare risposte immediate ai cittadini”.