Capri Watch - Fashion Accessories

Dal 1 luglio si può chiedere il bonus vacanze, ecco come fare

turisti-piazza-tasso

L’Agenzia delle Entrate ha attivato il codice tributo relativo al bonus vacanze. Ecco che deve fare dal1 luglio il cittadino che voglia usufruirne e la struttura turistico ricettiva che intende accogliere gli ospiti che utilizzano l’incentivo statale.

Cosa deve fare la struttura. Il codice tributo per il bonus vacanze 2020 è il 6915 e consentirà a tutte le strutture ricettive aderenti il recupero dello sconto fiscale effettuato nei confronti dei turisti fino a un ammontare del 20%, che potrà essere scaricato come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo. Il restante 80% è lo sconto immediato del bonus vacanze per il turista, che deve rivolgersi alla struttura senza intermediazione alcuna di agenzie di prenotazione online (le uniche ammesse sono agenzie di viaggio e tour operator) e con il quale si potrà risparmiare fino 150 euro per nuclei formati da un solo componente, 300 euro per le coppie e 500 euro per famiglie di minimo tre persone.

Per utilizzare il codice tributo da parte delle strutture aderenti al bonus vacanze è necessario compilare il modello F24, riportare il codice tributo nella sezione “Erario” dell’Agenzia delle Entrate e compilare il campo “importi a credito compensati” (per la compensazione del credito d’imposta) o “importi a debito versati'”(nel caso bisogni riversare l’agevolazione). Resta sempre obbligatorio emettere fattura o documento commerciale. Al momento del pagamento, per attivare il bonus vacanze la struttura aderente dovrà verificare la validità dello stesso nell’area riservata dell’Agenzia delle Entrate, e attendere il giorno lavorativo successivo per recuperare l’importo anticipato sotto forma di credito d’imposta, dopo averlo richiesto con modello F24.

Cosa deve fare il turista. Il cittadino che vuole accedere al bonus vacanze non deve far altro che confermare la propria identità digitale attraverso il sistema Spid o la carta elettronica digitale che molti Italiani già posseggono. Al momento della registrazione tramite uno dei due canali, verrà richiesto di inserire il proprio Isee, che non deve superare i 40mila euro annui. In seguito sarà sufficiente scaricare la app “Io Italia” per il bonus vacanze 2020 con cui richiedere e monitorare il bonus vacanze, e se la richiesta avrà esito positivo, sul proprio smartphone arriverà la conferma dell’importo massimo e la doppia opzione tra sconto immediato e detrazione. L’app “Io Italia” genererà infine il codice univoco e il Qr da comunicare alla struttura all’atto del pagamento.