Da Sorrento a Parigi con la mostra “La Casa Madre”

maison-europeenne-photographie-parigi

SORRENTO. Da oggi e fino al 15 settembre prossimo, la Maison Europeenne de la Photographie di Parigi ospita la mostra “La Casa Madre”, realizzata in collaborazione con il Comune di Sorrento. L’esposizione, che propone opere di Mimmo Paladino e Antonio Biasiucci, replica l’evento ospitato lo scorso anno a Villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento, che riscosse un enorme successo di pubblico e di critica, sotto la guida del curatore, Eduardo Cicelyn.

 

“Fotografie, sculture e pitture – spiega il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo – che hanno inaugurato nella nostra città, nel 2012, quel filone di grandi eventi dedicati all’arte, celebrati quest’anno dalla mostra dedicata a Salvador Dalì, promossa ancora una volta da Fondazione e Comune di Sorrento e aperta fino al 29 settembre prossimo”.

La Maison Europeenne de la Photographie è lo spazio scelto per questa nuova tappa del progetto. Una dimora che si presta ad essere abitata da due artisti molto vicini culturalmente, situato tra il quartiere Marais e la sponda del fiume Senna, dove vengono organizzate importanti mostre fotografiche.

E la Casa Madre, come sottolineato da Paladino in occasione del suo soggiorno a Sorrento, racconta proprio dell’incontro con un altro versante dell’arte che è appunto la fotografia.  “Un incontro su un’idea di immagine che ci appartiene e che si esprime con linguaggi diversi – spiega l’artista campano – A Biasiucci mi unisce l’amore per questa terra. L’arte, del resto, si ciba delle proprie radici”.

RIPRODUZIONE RISERVATA