Capri Watch, fashion accessories

Da lunedì il corso Italia di Sorrento riapre alle auto

segnaletica-corso-italia-3

SORRENTO. Ha retto ai flussi turistici, ma è stato costretto ad alzare bandiera bianca di fronte alla riapertura delle scuole. Il piano traffico di Sorrento sarà di nuovo stravolto a partire da lunedì 1 ottobre quando il corso Italia sarà riaperto al transito, almeno per qualche ora. L’annuncio arriva direttamente dal sindaco Giuseppe Cuomo: “Abbiamo deciso di riaprire il corso per tre ore la mattina, principalmente per consentire il carico e scarico delle merci ed il trasporto alunni. Il dispositivo è ora al vaglio del comandante della polizia locale, Antonio Marcia, ed i particolari saranno resi noti attraverso una apposita ordinanza”.

segnaletica-corso-italia-1

La bozza del provvedimento prevede il ritorno alla circolazione nel tratto compreso tra piazza Tasso e piazza Veniero dalle 7 alle 10.30 con l’esclusione dei motoveicoli. Nello stesso tratto di strada sarà anche vietata la sosta. E questo è il punto più controverso. Se, infatti, si avverte la necessità di agevolare l’ingresso degli studenti a scuola, ciò non toglie che i genitori avranno gli stessi problemi di oggi non potendo parcheggiare come si intuisce anche dalla segnaletica già comparsa per delimitare la carreggiata rispetto alla parte destinata ai pedoni ora che non ci sono più i marciapiedi.

Già si possono immaginare le discussioni tra i commercianti e le mamme per le auto lasciate davanti ai negozi per accompagnare i bambini a scuola. Inoltre, se i problemi si riscontrano al mattino, evidentemente sono analoghi anche all’uscita degli alunni. Comunque il dispositivo avrà durata di un mese ed a fine ottobre si verificheranno i risultati. Così come si dovrà capire come andrà ad incidere sul traffico lungo via degli Aranci (quella oggi più penalizzata dagli ingorghi) e nella zona di Marano. Il comandante Marcia, infatti, è orientato a riaprire al transito anche l’altra parte del corso Italia, quella tra piazza Tasso e piazza Lauro, sempre dalle 7 alle 10.30 ed anche per due ore nel primo pomeriggio, fasce orarie durante le quali sarà anche consentita la sosta.