Da domani partono i lavori per la metanizzazione lungo via degli Aranci. Varato un piano traffico straordinario

cantiereperlametanizzazione

SORRENTO. Prende il via la fase più delicata dei lavori per la metanizzazione in penisola sorrentina. Nelle prossime settimane ad essere interessata dalla posa delle condotte sarà via degli Aranci, la strada più trafficata di Sorrento e dell’intera area costiera.

 

Già normalmente congestionata dal via vai di auto, scooter, autobus di linea e turistici e camion, da domani lungo l’arteria che bypassa il centro cittadino sarà attivo anche il cantiere della Cem costruzioni, impegnata nella realizzazione della rete del gas metano nell’area peninsulare per conto della Seteap, il consorzio formato dai Comuni della zona e dalla Napoletanagas.

Per questo motivo è stato varato un apposito dispositivo per la disciplina del traffico. L’ordinanza prevede la circolazione a senso unico alternato lungo il tratto di via degli Aranci che va da via Parsano fino all’incrocio con via Capo.

Il provvedimento è attivo tutti i giorni, fino al termine dei lavori, dalle 7 alle 18 e riguarda la parte di strada della lunghezza di 50 metri che man mano sarà interessata dalle operazioni di scavo. Allo stesso tempo nella medesima zona di via degli Aranci scatterà anche il divieto di sosta su entrambi i lati della carreggiata.

Un altro cantiere per la metanizzazione, nel frattempo, sarà attivo anche nei pressi del borgo dei pescatori di Marina Grande.

Qui è previsto lo stop alla circolazione dalle 7 alle 18 nel tratto di via del Mare compreso tra l’impianto di depurazione e la strada che costeggia il litorale. Per agevolare le manovre di inversione di marcia di pullman di linea (che non potranno avere lunghezza superiore agli 8 metri) e scuolabus, inoltre, viene imposto il divieto di sosta nei 15 metri della parte di via del Mare che sorge in prossimità dell’accesso dell’impianto di depurazione.

Ogni ora, infine, la ditta esecutrice degli interventi dovrà garantire una finestra temporale di 5 o 10 minuti per il transito dei veicoli dei residenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA