Capri Watch fashion & Accessories

Covid-19. I dati ufficiali della costiera sorrentina

laboratorio-covid-nola

Tre nuovi contagi a Meta e due a Sant’Agnello. Diventa sempre più preoccupante l’emergenza Covid-19 in costiera sorrentina dove solo nelle ultime ventiquattr’ore si registrano 5 ulteriori casi. I tre di Meta, in particolare, come spiega il sindaco Giuseppe Tito, “fanno parte di un unico gruppo familiare e sono in isolamento presso la loro abitazione non avvertendo sintomi tali da richiedere il ricovero”. A Sant’Agnello, invece, il sindaco Piergiorgio Sagristani ha dato notizia nella tarda serata di domenica di una giovane ragazza che ha contratto il coronavirus per poi aggiornare ieri il dato con una nuova paziente che è una “familiare di un altro dei tre positivi presenti nel territorio comunale”.

Il bollettino relativo al Covid-19 in penisola sorrentina, quindi, si aggiorna di ora in ora, tanto che è quasi impossibile riuscire a tenere un conto preciso dei soggetti che hanno contratto il virus. Arriva così in soccorso l’ufficio stampa dell’Asl Napoli 3-Sud dal quale fanno sapere che tra Vico Equense e Massa Lubrense sono in totale 27 le persone le quali in questo momento risultano affette dal coronavirus. Nel dettaglio sono 8 a Meta, 7 a Sorrento, 5 a Vico Equense, 4 a Sant’Agnello e 3 a Piano di Sorrento. A questi si aggiunge il candidato sindaco di Sorrento, Marco Fiorentino, la cui positività è stata resa nota in mattinata, mentre a Vico Equense si registra la guarigione del medico in servizio al San Leonardo di Castellammare di Stabia.

Tre dei pazienti residenti a Vico Equense in realtà stanno facendo il periodo di quarantena a Meta dove avevano trovato un alloggio dopo il loro rientro dall’estero per l’isolamento previsto e prima che ricevessero i risultati dei tamponi. Massa Lubrense, invece, è l’unico Comune della zona ad essere Covid free visto che proprio ieri è arrivato l’esito del doppio tampone negativo per un uomo risultato positivo nelle scorse settimane dopo essere rientrato da un viaggio di lavoro all’estero.

Nel frattempo si registrano le lamentele di quanti sono costretti ad attendere giorni per ottenere i risultati dei test. Proprio per tentare di alleviare il loro disagio ieri pomeriggio i sindaci della Costiera hanno avuto un incontro con il direttore generale dell’Asl Napoli 3-Sud, Gennaro Sosto, per chiedere un’accelerazione dei tempi per eseguire i tamponi domiciliari. Da parte dei vertici dell’azienda sanitaria sono arrivate rassicurazioni in merito al potenziamento del servizio in modo da garantire risultati più veloci ed evitare lunghe e snervanti attese alle persone che presentano sintomi che possono far temere un contagio o che sono entrate in contatto con soggetti risultati positivi.