Corsa a sindaco, Stinga verso la rinuncia

Stinga Giuseppe

SORRENTO. Potrebbe non esserci Giuseppe Stinga nella corsa alla carica di sindaco. L’ex vicesindaco non conferma ma, soprattutto, non smentisce: “Non vedo proposte concrete per la città ma solo una guerra per bande. Questo è un terreno che non mi appartiene”, si limita a dire. Imprenditore, grandi interessi nel mondo dei trasporti e della logistica, Stinga sembra nauseato da una competizione in cui “non si vede una sola proposta seria per il futuro di Sorrento”. Se Stinga abbandona la competizione i candidati sindaco dovrebbero essere cinque: Giuseppe Cuomo, primo cittadino uscente; Marco Fiorentino, ex sindaco; Fernando Pinto, ex sindaco; Gianluigi De Martino e Rosario Lotito. Quattro liste civiche al fianco di Cuomo e, altrettante, al fianco di Fiorentino. Una lista civica anche per Gianluigi De Martino mentre gli unici due simboli di partito li schiererebbero Fernando Pinto candidato Pd e Rosario Lotito, candidato del Movimento 5 Stelle. Le liste in campo, dunque, sempre se Stinga non sarà della partita, dovrebbero essere complessivamente 11 per i 16 posti di Consigliere comunale. Il termine ultimo per la presentazione delle liste scade sabato prossimo, 2 maggio, alle ore 12.