Capri Watch fashion & Accessories

Coronavirus, salta l’arrivo a Sorrento della delegazione di Nanchino per un gemellaggio

gulou-sorrento

SORRENTO. Ieri il caos provocato dalle notizie sul passaggio in città della comitiva di cui facevano parte i due turistici cinesi colpiti dal Coronavirus. Circostanza poi smentita con forza dal sindaco Giuseppe Cuomo dopo le verifiche con Prefettura e Questura. Ma l’influenza che sta provocando il panico in tutto il mondo continua a creare scompiglio a Sorrento. La delegazione di cinesi di Nanchino attesa in città, infatti, ha fatto dietrofront. Su disposizione del ministero degli Affari esteri del Paese asiatico è stata richiamata in patria e pertanto è stato comunicato che non sarà effettuata la visita in Italia.

Il responsabile dei rapporti internazionali del Comune, Antonino Fiorentino, solo poche ore fa aveva invece confermato l’evento, sottolineando che non c’era nessun allarme particolare per il Coronavirus. Era previsto per il 3 febbraio, l’arrivo della delegazione del distretto di Gulou che ricade amministrativamente nella città di Nanchino per definire i termini di un prossimo gemellaggio con Sorrento. La delegazione cinese avrebbe dovuto fare tappa in precedenza in altre città europee ed il 2 febbraio a Napoli.