Capri Watch fashion & Accessories

Coprifuoco per bar e ristoranti e proroga della chiusura delle scuole, il nuovo decreto Conte

piazzaTassodinotte

“Italia zona protetta”, è il nuovo piano del Governo per arginare l’emergenza Coronavirus. A partire da oggi e fino al prossimo 3 aprile viene esteso all’intero Paese il decreto del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, emanato nei giorni scorsi per la Lombardia e per le 14 province del Nord.

Vediamo cosa succede nel dettaglio. La spesa è sempre consentita, ma il sabato e la domenica saranno chiusi i centri commerciali. I bar e i ristoranti in tutta Italia dovranno chiudere entro le ore 18 e potranno aprire dopo le 6. Quando aperti i titolari dei locali dovranno rispettare le norme sulle distanze di sicurezza. Battenti serrati per pub, discoteche, sale gioco, le sale bingo. Proibiti anche gli assembramenti nelle piazze. Vietate le celebrazioni, comprese quelle di matrimoni e funerali, e tutte le messe. Stop anche a musei, teatri e cinema.

Non ci saranno, almeno per ora, limitazioni dei trasporti pubblici, “per garantire la continuità del sistema produttivo e consentire alle persone di andare a lavorare”, come ha spiegato il premier ieri sera in conferenza stampa. Gli spostamenti saranno consentiti per necessità personali, di lavoro o di salute. Varrà lo strumento dell’autocertificazione.

Nel pacchetto di restrizioni fa parte anche lo sport a tutti i livelli: la Serie A si ferma, così come tutti gli altri campionati, fino al 3 aprile. Accesso vietato a chi frequenta palestre, centri sportivi e spa. Gli atleti professionisti potranno, invece, allenarsi. Per le prossime tre settimane saranno congelati anche i matrimoni. Non si potranno celebrare nemmeno i funerali.

Spetterà ai prefetti far rispettare il nuovo decreto della Presidenza del Consiglio. Per chi infrange le nuove regole pene pesanti: dall’arresto fino a 3 mesi alla multa di 206 euro.