Controlli della Stradale, pioggia di multe su automobilisti e centauri

Polizia_StradaleA

Durante la settimana appena trascorsa, in particolar modo dal 20 al 23 luglio, la Polizia Stradale di Napoli, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di vigilanza lungo le strade del territorio di competenza, ha attivato numerosi posti di controllo finalizzati al contrasto delle inosservanze delle norme di comportamento previste dal Nuovo Codice della Strada.

Il corposo dispositivo, ha visto l’impiego di molteplici pattuglie dislocate in punti strategici del traffico veicolare che interessa l’intera provincia di Napoli. Una vera e propria task-force, disposta dal Servizio Polizia Stradale, ha dato luogo a una serie di controlli di oltre 500 veicoli, alla contestazione di 529 violazioni amministrative al Codice della Strada, di cui 137 relative al mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, 120 relative all’utilizzo dei cellulari durante la guida.

Durante i controlli sono state ritirate 16 patenti ed inoltre sono state deferite all’Autorità Giudiziaria 2 persone per guida in condizione di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di alcol.

L’attività rientra fra gli obiettivi che si è posto il Servizio Polizia Stradale in occasione dell’incremento del traffico veicolare dovuto all’esodo estivo verso le località balneari. Tra essi, non solo garantire agli automobilisti che si muovono sulle strade per le vacanza o per lavoro, le migliori condizioni di fluidità e sicurezza attraverso un adeguato potenziamento dei servizi di vigilanza stradale, ma anche incrementare i controlli di legalità in materie particolarmente sentite dalla collettività, in relazione ai delicati interessi tutelati.

La Polizia Stradale di Napoli, sollecitando l’assunzione di condotte responsabili da parte degli utenti della strada, che favoriscano così non solo la sicurezza della circolazione ma anche e soprattutto la tutela della vita umana, è quotidianamente impegnata nelle attività contrasto di tutti i comportamenti alla guida che mettono a grave rischio la sicurezza sulle principale arterie stradali ed autostradale di pertinenza.