Condannato a tre anni per spaccio: torna in libertà il pusher di Meta

pusher

META. Torna definitivamente in libertà poche settimane dopo la condanna a 3 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti al termine del giudizio con rito abbreviato. E si “prepara” ad affrontare il processo bis dinanzi alla Corte d’Appello di Napoli.
F.S., 32enne originario della penisola sorrentina, non dovrà più presentarsi alla polizia giudiziaria per l’obbligo di firma.

Avv. Alfano

Avv. Luigi Alfano

Il Tribunale del Riesame, nella giornata di ieri, ha accolto la richiesta di revoca della misura cautelare nei confronti dello spacciatore. Un’istanza prodotta dal legale difensore dell’uomo, l’avvocato penalista di Sorrento Luigi Alfano, che è riuscito a centrare l’obiettivo a pochi giorni dall’avvio del giudizio di secondo grado.
Il 32enne venne pizzicato l’anno scorso dalla guardia di finanza al termine dell’ennesima inchiesta sul giro di “roba” a Sorrento e dintorni.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, lo spacciatore aveva messo su un piccolo “market” che veniva rifornito con frequenza da corrieri spesso beccati con le mani nel sacco dalle forze dell’ordine.

F.S., 32enne originario di Meta, fu condannato a 3 anni beneficiando in ogni caso dell’applicazione del recente dettato normativo sulla distinzione tra droghe leggere e pesanti. Dettaglio non da poco che ha fatto il paio con lo sconto di un terzo della pena già previsto per il giudizio con rito abbreviato.
Lo spacciatore finì nei guai lo scorso mese quando la guardia di finanza di Massa Lubrense eseguì a suo carico l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata dopo la richiesta giunta dalla Procura della Repubblica.

di Salvatore Dare