Il Comune pronto a vendere beni per 3milioni di euro

comune-sorrento

SORRENTO. Alcuni giorni fa la Giunta municipale, guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo, ha approvato il piano delle alienazioni per il 2014. L’obiettivo è di fare cassa cedendo proprietà per un valore pari a 3milioni di euro. Cifra che andrebbe ad aggiungersi a quanto già incassato negli ultimi tre anni, ossia circa 2milioni di euro, utilizzati per interventi di manutenzione e per investimenti in opere pubbliche.

Al momento il provvedimento adottato dalla Giunta rappresenta solo una proposta di dismissione che è soggetta al via libera da parte del Consiglio comunale. Per questo motivo non è stato ancora stilato l’elenco dettagliato dei cespiti che l’amministrazione intenderebbe mettere sul mercato immobiliare. Per ora è stata solo predisposta una lista delle proprietà comunali tra le quali individuare quelle eventualmente da mettere all’asta.

“Il provvedimento approvato dalla Giunta – spiega l’assessore al Patrimonio del Comune di Sorrento, Mario Gargiulo – chiarisce che si può procedere all’alienazione solo dei cespiti ritenuti non strumentali all’esercizio delle funzioni istituzionali dell’ente”.

In ogni caso si spera che non ci sia bisogno di mettere all’asta altri pezzi dei possedimenti immobiliari del Comune. “Negli anni scorsi la dismissione di alcune proprietà ci ha consentito di tenere i conti in ordine e, soprattutto, di non sforare i parametri imposti dal patto di stabilità – conferma l’assessore Gargiulo -. Al momento la delibera di Giunta ha il solo scopo di prevedere in Bilancio l’eventuale cessione di qualche bene demaniale, ma esclusivamente in caso di necessità e per fronteggiare spese impreviste o importanti investimenti in opere pubbliche”.