Cocaina nascosta nelle lettere, pusher arrestato a Sorrento

polizia-sorrento

SORRENTO. Aveva con sé due buste da lettera. All’interno, però, non c’era alcun messaggio ma una piccola quantità di cocaina destinata a una coppia di tossicodipendenti sorrentini. P.P., 53 anni, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Sorrento con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, originario di Napoli, stava camminando lungo le strade della città del Tasso quando due poliziotti della volante l’hanno fermato. Alla vista degli agenti si è mostrato subito piuttosto nervoso e ha tentato di nascondere le buste contenenti la cocaina. La manovra, però, non è sfuggita ai poliziotti. A quel punto, l’uomo si è liberato della droga lanciandola in un giardinetto per poi provare a sottrarsi all’arresto. Un tentativo inutile: gli agenti l’hanno bloccato nel giro di qualche secondo.

Successivamente sono state recuperate anche le due buste. Su ciascuna delle quali era indicato il nome di battesimo del destinatario. All’interno c’erano circa due grammi e mezzo di cocaina.

L’uomo, che alle spalle ha precedenti per resistenza a pubblico ufficiale, è stato sottoposto a rito per direttissima presso il Tribunale di Torre Annunziata con le accuse di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Il suo avvocato, però, ha chiesto e ottenuto dai magistrati i termini a difesa. La sentenza è attesa per il 22 maggio.