Ci risiamo, l’influenza è arrivata

influenza2

Con l’improvvisa ondata di freddo è arrivata anche lei, la temuta influenza.

Dolori alla pancia, febbre, tosse: si presenta come tutte le altre del passato ma questa volta è arrivata un po’ più tardi del solito, complici le temperature ancora miti fino a qualche giorno fa.

Quest’anno la più temuta è un’altra forma simil-influenzale che causa una fastidiosa diarrea della durata di qualche giorno e che si accompagna a disturbi gastro-intestinali.

Le raccomandazioni sono sempre le solite: riposo a casa, e bere molti liquidi per compensare le perdite idriche eccessive, l’idratazione peraltro aiuta anche a tenere il catarro più fluido. Alimentazione leggera ma, se i sintomi lo consentono, completa. Si deve avere pazienza, l’influenza per “sfogarsi” ha bisogno di 4-5 giorni; se però la febbre persiste è consigliabile contattare il proprio medico di medicina generale, evitando di affollare inutilmente i pronto soccorso degli ospedali.