Chiusura di via De Maio, prime polemiche

villa-le-terrazze

SORRENTO. Ieri è stata la prima giornata di stop al transito veicolare e pedonale lungo via De Maio, la strada che collega il centro cittadino al porto di Marina Piccola. Sospensione della circolazione decisa per consentire ad operai e rocciatori di effettuare la bonifica e la messa in sicurezza del costone tufaceo sottostante villa Le Terrazze. I disagi per gli utilizzatori delle vie del mare sono stati, tutto sommato, contenuti. Ciò soprattutto a causa delle cattive condizioni meteomarine che hanno portato alla sospensione dei collegamenti con Napoli e le isole del golfo.

Comunque si sono già registrati anche i primi malumori. Nella mattinata di ieri, infatti, un gruppo di persone si è presentato al Comune per lamentarsi del fatto che l’ascensore della Villa Comunale fosse a pagamento. L’impianto, la cui gestione è in mano ad un consorzio privato, è stato indicato come sistema alternativo di mobilità per raggiungere l’area portuale di Sorrento. Studenti e pendolari, quindi, credevano che l’utilizzo dell’ascensore per il periodo di chiusura della strada – ossia fino al prossimo 13 marzo – sarebbe stato gratuito. Invece, almeno per ora, non è così.

“Siamo al lavoro per raggiungere un’intesa con i gestori – spiega il vice sindaco, Giuseppe Stinga – e già nelle prossime ore contiamo di sottoscrivere una convenzione che preveda particolari agevolazioni per i residenti”. Via De Maio sarà chiusa tutti i giorni – ad eccezione del 13, 14 e 15 febbraio – dalle 8,30 alle 14 e dalle 15 alle 18.