Chiusa, a causa di una frana, la strada che conduce verso Punta Campanella

PuntaCampanella

MASSA LUBRENSE. La decisione di interdire il transito, sia veicolare, che pedonale, lungo la stradina è stata assunta ieri da parte dell’amministrazione comunale attraverso il varo di un’ordinanza del sindaco, Leone Gargiulo.

 

Provvedimento che è la diretta conseguenza di diversi sopralluoghi eseguiti nell’area a partire da domenica scorsa, quando si è verificato il crollo di un grosso masso che ha raggiunto la sede stradale.

In seguito allo smottamento, sul posto sono stati eseguiti accertamenti da parte dei vigili del fuoco, della polizia municipale, del genio civile ed anche dei funzionari dell’ufficio tecnico comunale. Tutti gli enti hanno concordato nel sottolineare i rischi per la pubblica incolumità legati al pericolo di distacco di ulteriori blocchi di pietra dalla parete rocciosa sovrastante via Campanella. In particolare è emerso che il tratto di strada interessato dai dissesti copre un fronte di circa 50 metri.

Questo ha portato all’interdizione totale della stradina che conduce nel cuore dell’Area marina protetta e verso la Baia di Ieranto, due delle zone più frequentate dai turisti a caccia dei tesori paesaggistici della penisola sorrentina.

In realtà, già nel 1999, era stato emanato un provvedimento che impediva l’accesso veicolare lungo via Campanella che non è mai stato revocato. Il dispositivo del sindaco Gargiulo, quindi, oltre a fare riferimento a quanto stabiliva la precedente ordinanza, vieta anche il transito pedonale, in quanto, si precisa nel testo, “sono stati accertati dissesti ed instabilità del costone roccioso tali da costituire pericolo grave ed imminente per la sottostante strada pubblica”.

L’arteria, quindi, è stata transennata da parte degli operai del Comune ed il comando della polizia municipale ha l’obbligo di vigilare affinché il divieto non venga aggirato.

Nel frattempo i caschi bianchi sono chiamati anche a verificare a chi appartengano le aree interessate dal dissesto in modo da poter consegnare ai proprietari copia dell’ordinanza che impone loro, ad horas, di attivarsi, nel più breve tempo possibile, per rimuovere la situazione di pericolo e consentire la riapertura al transito di via Campanella.

RIPRODUZIONE RISERVATA