Chef e studenti in gara per beneficenza

cucina-san-paolo2

SORRENTO. E’ in programma domani sera il primo dei quattro appuntamenti organizzati per inaugurare la nuova cucina della sezione alberghiera dell’Istituto Polispecialistico San Paolo. Gli studenti cucineranno insieme a chef professionisti per preparare una cena che sarà servita nella sala appositamente realizzata presso il plesso scolastico di piazza della Vittoria. Il ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza.

“L’obiettivo – spiega Giuseppe Aversa, patron de Il Buco e promotore dell’iniziativa – è di avvicinare i giovani alle attività produttive per portarli a vivere esperienze che possano contribuire a formare il loro background. Si tratta di rapporti che non si esauriscono qui, ma che avranno un seguito con stage realizzati direttamente nelle aziende”.

cucina-san-paolo1

Per rendere la circostanza ancora più appassionante è stata organizzata una sorta di gara. In pratica sono state formate 4 brigate che si avvicenderanno. Ognuna di esse avrà a disposizione lo stesso paniere della spesa. A fine serata una giuria emetterà un giudizio tenendo conto di: didattica, gusto, creatività e minore produzione di rifiuti. L’iniziativa, infatti, si avvale anche della collaborazione di Penisolaverde tanto che è considerata “No Waste”.

In cucina, insieme agli studenti dell’alberghiero del San Paolo si alterneranno gli chef di 4 celebri ristoranti e alberghi di Sorrento: Caruso, Tasso, Tramontano e President. I ragazzi, però, saranno i veri protagonisti considerato che è stato imposto un limite massimo di 3 professionisti a brigata.

Ricordiamo che l’attività è resa possibile grazie al contributo della Fondazione Sorrento, che ha acquistato la cucina, il bar e l’impianto per il lavaggio, per metterli a disposizione della scuola. Federalberghi ed un gruppo di imprenditori privati, hanno, invece, contribuito con la scuola per allestire gli spazi e creare i necessari servizi.

Le altre tre serate previste sono in programma il 26 novembre ed il 3 e 10 dicembre. Alle cene si potrà partecipare acquistando un biglietto. Il ricavato sarà interamente devoluto al Centro di ascolto della Caritas diocesana che sorge presso la Cattedrale di Sorrento.