Centro storico di Sorrento: chiuso un tratto di via San Cesareo per il distacco di parti di un palazzo

viasancesareo

SORRENTO. Si staccano pezzi di cornicione e parti di intonaco da un palazzo del centro storico ed il sindaco chiude il tratto di strada sottostante.

Il problema riguarda uno stabile che sorge lungo via San Cesareo. Lo scorso 26 febbraio alcune parti della facciata si sono sganciate per finire sulla strada, per fortuna senza investire passanti. Ciò ha provocato allarme tra i residenti ed i negozianti della zona che hanno avvertito il comando della polizia municipale.

In seguito alle segnalazioni, i caschi bianchi del comandante Antonio Marcia, insieme al dirigente dell’ufficio Tecnico comunale, Guido Imperato, hanno effettuato un sopralluogo per verificare se vi fossero rischi per la pubblica incolumità.

Sul posto anche i vigili del fuoco del distaccamento di Piano di Sorrento. Agenti e pompieri, in seguito alle verifiche, hanno transennato la parte di strada compresa tra i civici 91 e 95 di via San Cesareo, per evitare che il distacco di altre parti del fabbricato potesse causare danni ai passanti.

Il sindaco Giuseppe Cuomo, quindi, ha emesso un’ordinanza “ad horas” attraverso la quale dispone che “è fatto divieto, ai pedoni ed ai veicoli, fino alla cessazione del pericolo, di accedere e di transitare o sostare nel tratto di strada preventivamente delimitato con transenne e nastro bicolore”.

Già in passato, nel centro storico di Sorrento, si sono verificati episodi analoghi. Forse sarebbe il caso che l’amministrazione intimasse ai proprietari ed agli amministratori dei palazzi antichi di effettuare interventi di risanamento per evitare il verificarsi di nuovi casi analoghi e prima che ci scappi il ferito, o peggio.