Capri d’inverno nella morsa delle baby gang

capri4d
Danneggiato a Capri il monumento a Lenin

In estate le scritte sul monumento dedicato a Lenin

CAPRI. Ennesimo risveglio amaro per l’isola azzurra, che da settimane è costretta a fare i conti con diversi episodi di vandalismo per le vie del centro.
Proteste e segnalazioni dei residenti sono ormai all’ordine del giorno. Schiamazzi notturni, lancio di sacchi di immondizia, scritte sui muri e danni alle vetrine dei negozi. L’ultimo episodio in ordine di tempo sarebbe avvenuto in via Li Campi, a pochi passi da piazzetta Quisisana: un portone danneggiato, grida e cori contro i proprietari di un’abitazione, colpevoli di aver invitato i giovani teppisti a darsi una calmata. Sull’episodio è stata presentata denuncia al commissariato di polizia di Capri, secondo quanto riferito proprio dal proprietario della casa presa di mira dai vandali. In azione entrerebbero veri e propri gruppi di giovanissimi capresi che, dopo aver decisamente alzato il gomito, si riuniscono, specie nei fine settimana, e danno sfogo alla propria “stupidità”.