Boom di incassi per il Comune dall’occupazione di suolo pubblico

comune-sorrento

SORRENTO. Nei primi nove mesi dell’anno le casse comunali sono state rimpinguate con ben 560mila euro. Cifra prodotta grazie ai versamenti effettuati dai titolari delle attività commerciali in merito alla tassa per l’occupazione di suolo pubblico. Tavolini, ma anche espositori ed impianti pubblicitari sistemati sui marciapiedi della città del Tasso, in particolare nel corso dei mesi estivi.

Quelli relativi agli introiti sono, comunque, dati parziali che, in prospettiva annuale, fanno prevedere un potenziale incremento rispetto al passato. Ciò nonostante la crisi del commercio ed i tanti negozi che negli ultimi mesi hanno chiuso i battenti.

Bisogna, inoltre, tener conto dell’aggio che Il Comune di Sorrento deve versare alla Andreani Tributi, la società che cura l’incasso delle imposte locali per conto dell’amministrazione. Una percentuale pari a circa il 17 per cento del totale, ossia quasi 116mila euro ad oggi.