Boom di vacanzieri a Sorrento per il ponte dell’Immacolata

albero-di-natale-piazza-tasso-2015

SORRENTO. Ponte dell’Immacolata da tutto esaurito nelle strutture ricettive della penisola sorrentina. Questa volta, però, il boom di arrivi riguarda soprattutto i turisti italiani. Un trend positivo che si conferma, dunque, lanciando anche segnali positivi in vista del Natale.

Intanto, in attesa di conferme per il futuro, si ragiona sui numeri relativi al ponte dell’Immacolata. Secondo l’Abbac, l’associazione che raggruppa i titolari dei bed and breakfast, circa il 60 per cento delle prenotazioni è riconducibile a italiani. Ciò soprattutto grazie ai costi concorrenziali: per pernottare in una stanza doppia si pagano tra i 50 e i 100 euro, un prezzo evidentemente alla portata di molti.

Nella scelta, ovviamente, ha pesato anche il timore di attentati terroristici, con tanti vacanzieri che hanno preferito rimanere in Italia anziché andare all’estero. “I turisti italiani cominciano a muoversi di nuovo – evidenzia il presidente di Federalberghi Campania, Costanzo Iaccarino – e questo ci autorizza a ben sperare per le prossime settimane”. Gli operatori turistici, infatti, guardano già al Natale. Secondo un sondaggio della Confesercenti, tra il 22 dicembre e il 6 gennaio si metteranno in viaggio 11milioni e 600mila italiani, il dato più alto dal 2007 a oggi.