BookCrossing, da Renzo Piano al Forum di Sant’Agnello

Renzo-piano

SANT’AGNELLO. Avvicinare la cittadinanza alla lettura e offrire un servizio “culturale” ai turisti sul territorio santanellese. Questi i principali intenti per cui il Forum dei Giovani di Sant’Agnello, da una proposta del Consigliere Andrea Liguori, ha sviluppato il progetto del “bookcrossing”: l’idea è quella di rilasciare libri nell’ambiente naturale, compreso quello urbano, affinché possano essere ritrovati e quindi letti da altri, che eventualmente possano farli proseguire nel loro viaggio.

 La libreria dovrà essere: realizzata interamente con materiali di riciclo, pensata per l’esterno, autosostenibile e dovrà poter contenere ogni genere di libro o rivista. Un contest rivolto a giovani (studenti, architetti, designer, progettisti e arredatori) di età compresa tra i 16 e i 35 anni, senza limiti di territorialità. Un bando che si prefigge come obiettivo l’incremento del concetto di cittadinanza attiva e che possa essere occasione per mettere in mostra le proprie capacità, in un’iniziativa che avrà risonanza nazionale. Notizia fresca, infatti, è che parteciperà alla valutazione dei progetti, in qualità di Presidente della Giuria, la giovane architetto Roberta Pastore, scelta recentemente nello staff di Renzo Piano.

Il rappresentante del Forum dei Giovani -Michele Vitiello- dichiara: “Ringrazio Francesco Enrico Gentile, Portavoce Nazionale di AMESCI, per avermi presentato Roberta. Lessi di lei, intervistata dallo stesso Francesco per “Servizio Civile Magazine” (del Direttore Katia Tulipano), e pensai che era la persona giusta per noi. Ci sono tanti motivi per cui lo è, a cominciare dall’origine. La sua collaborazione con Renzo Piano nasce dall’idea dell’architetto di devolvere -interamente- il Suo stipendio di Senatore a vita per assumere sei giovani architetti; l’obiettivo è riqualificare le periferie d’Italia. Un bel gesto, uno schiaffo alla Politica degli sprechi, lontana dalle esigenze dei giovani e dai problemi occupazionali. È di buoni esempi infatti che abbiamo bisogno, più che di belle parole. Le telefonai, una ragazza talmente squisita e semplice che fu meravigliata dal nostro interessamento ed entusiasta di poter collaborare. Roberta Pastore – prosegue Vitiello – si è affacciata al mondo del lavoro con gli stessi svantaggi che molti di noi condividono: è giovane, é una Donna, non ha Santi in Paradiso, è meridionale ed è nata in Campania. Eppure, nonostante tutto, la sua dedizione ed il suo eccellere le hanno dato la possibilità di vivere un sogno. La sua storia è una speranza per tanti giovani, e la sua partecipazione non può far altro che impreziosire il nostro concorso e arricchire la nostra piccola comunità, qui a Sant’Agnello. Per questo l’abbiamo voluta come presidente della giuria; vogliamo dare un segnale di svolta, vogliamo fare luce sulle eccellenze e dire a tutti: Hey, se stiamo insieme e abbiamo fiducia, in un sogno, con impegno, questo Paese lo possiamo migliorare per davvero! Non saremo costretti ad andare via”.

RIPRODUZIONE RISERVATA