Bollette Gori arriva la proroga, Cuomo: “Che sia l’ultima”

bolletta-gori

SORRENTO. “Prendiamo atto del provvedimento della Gori, con il quale si differisce la riscossione delle bollette pregresse di altri trenta giorni. Ci auguriamo che si tratti dell’ultima proroga e che il tavolo tecnico istituito si pronunci per un annullamento dell’operazione”.
Questo il commento del sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, alla notizia diffusa dai vertici dell’Ente d’Ambito Sarnese Vesuviano, relativa ad un ulteriore slittamento di trenta giorni dei termini di riscossione delle fatture, relative al recupero delle partite pregresse anteriori al 2012.
La proroga al 28 febbraio è stata motivata, si legge in una nota, “dall’eventuale recepimento delle risultanze emerse dal confronto con l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ed il Sistema Idrico e con gli altri attori istituzionali competenti in materia di servizio idrico”.

Ecco il comunicato stampa della Gori:

A seguito del protrarsi delle circostanze che hanno reso opportuno il differimento delle attività di riscossione delle bollette denominate “Recupero Partite Pregresse Ante 2012”, nonché al fine di consentire il completamento dell’attività amministrativa volta all’eventuale recepimento delle risultanze emerse dal confronto con l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ed il Sistema Idrico (“AEEGSI”) e con gli altri attori istituzionali competenti in materia di servizio idrico, la Gestione Commissariale dell’Ente d’Ambito Sarnese Vesuviano ha disposto una nuova proroga di trenta giorni del termine entro il quale concludere i lavori del tavolo tecnico istituito.
GORI S.p.A. ha deciso di accogliere la contestuale richiesta di differire, per il periodo sino al 28 febbraio 2015, l’attività di riscossione delle suddette fatture.