Capri Watch, fashion accessories

Bimbi sfruttati per l’accattonaggio, nuova denuncia a Sorrento – video –

accattonaggio2

SORRENTO. Quando la città si riempie di turisti le strade vengono invase da persone dedite all’accattonaggio. E quasi sempre con bambini in tenera età al seguito che, in condizioni di disagio, sono costretti a chiedere l’elemosina. Non mancano neppure i casi, come si vede chiaramente in alcuni video che circolano in rete, di piccoli picchiati perché non si attengono agli ordini degli adulti.

È quanto emerge da un nuovo esposto che il movimento civico Conta anche tu ha indirizzato alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, alle forze dell’ordine ed al sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, attraverso il quale si denunciano le condizioni di tanti bambini costretti a mendicare lungo corso Italia e nei vicoli del centro storico della città.

A gestire l’attività di accattonaggio sarebbe una vera e propria gang che allontanerebbe con le minacce altri mendicanti per poi raccogliere i proventi dell’elemosina e consegnarli ad un soggetto ritenuto il capo dell’organizzazione prima di lasciare Sorrento a fine giornata.

“È ora di scendere in campo per dire basta allo sfruttamento e ai maltrattamenti ai danni dei minori”, afferma Francesco Gargiulo, coordinatore del movimento e promotore dell’iniziativa che ha portato all’esposto redatto dall’avvocato Alessandro Orsi.

In basso due video (uno pubblicato da Gargiulo e l’altro postato sul nostro profilo social da Nicola Cannavacciuolo) che evidenziano proprio lo sfruttamento di una bambina per chiedere degli spiccioli ai turisti sul corso Italia. Più in basso, invece, l’altro video (anche questo condiviso da Cannavacciuolo) con la bimba picchiata nei violetti di Sorrento.