Capri Watch, fashion accessories

“Bimba rom drogata per l’elemosina”, denuncia choc di un turista

mendicante-sorrento-55

SORRENTO. “La vergogna non è che ci siano mendicanti o bambini poveri, ma che quegli stessi bambini vengano sfruttati apertamente e che le autorità cittadine non se ne preoccupino”. E’ quanto ha scritto in un post su Facebook un turista britannico di origini napoletane, Dan Barruffo, che è stato a Sorrento per due settimane per una vacanza. Durante il suo soggiorno in città l’uomo ha visto un rom chiedere l’elemosina lungo il corso Italia tenendo una bambina in braccio.

Il turista ha pubblicato le foto (tra cui quella che pubblichiamo in alto) con il suo commento: “Sono arrabbiato. La bimba era sempre addormentata, mai cosciente. Era evidentemente stordita da droghe o alcool”. Su Facebook racconta anche di aver mostrato quelle fotografie alle forze dell’ordine per chiederne l’intervento. “A loro, però, sembra non importare – ha proseguito -. Un poliziotto mi ha chiesto se fossi un medico: gli ho risposto che sono un padre e che non c’è possibilità che i miei figli di sette e otto anni dormano in quel modo. Alla fine mi ha fatto capire che nulla poteva essere fatto. Perciò ho pubblicato questo post. Speriamo che l’orrenda pratica dello sfruttamento dei bambini finisca al più presto”. Poi conclude: “La vergogna non è che ci siano mendicanti o bambini poveri. La vergogna è che i bambini vengano sfruttati apertamente e che le autorità non se ne preoccupino”.

La segnalazione attraverso i social ha già raccolto oltre mille condivisioni e più di 150 commenti, sia da parte di internauti inglesi che di italiani. Diverse le prese di posizione ma alla fine tutti concordano sul fatto che bisogna impedire a questi sfruttatori di utilizzare i bambini per chiedere l’elemosina. Poi se i piccoli vengono anche sedati o drogati dovrebbero scattare anche le manette.