Barriere architettoniche, una raccolta di firme per eliminarle

barriere-architettoniche-11

SORRENTO. “Le barriere uccidono. Come l’indifferenza”. Con uno slogan decisamente significativo, e uno spot dalle immagini suggestive (che sta raggiungendo numeri altissimi nelle condivisioni sui social network), il gruppo “Sorrento senza barriere” scende in piazza per chiedere ai cittadini di sottoscrivere e dare forza ad una proposta che impegna l’amministrazione comunale a realizzare, nel giro di qualche mese, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (Peba), uno strumento obbligatorio che contiene l’analisi attuale di accessibilità dei percorsi cittadini e la programmazione degli interventi, suddivisi per priorità, che il Comune di Sorrento, dovrà realizzare per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

I banchetti saranno “operativi” nel weekend, sabato 4 giugno dalle 16:30 alle 20:30 e domenica 5 giugno dalle 10 alle 13:30 lungo il centralissimo corso Italia, all’altezza della Cattedrale di Sorrento.

Per sottoscrivere la proposta, è necessario essere residenti a Sorrento, aver raggiunto la maggiore età, e presentarsi muniti di documento di riconoscimento, in corso di validità.

Oltre al Peba, la proposta avanzata all’amministrazione comunale si arricchisce della realizzazione di un logo “No Barriere Architettoniche – No Barriers For Disabled Guests” o simile che il Comune di Sorrento, mediante azioni di sensibilizzazione e in collaborazione con le associazioni di categoria e le aziende del trasporto pubblico locale, renderà disponibile a quei soggetti i cui locali/spazi risulteranno privi di barriere architettoniche.

E’ fondamentale coinvolgere in tutte le fasi che porteranno all’approvazione del Peba, ed alla sua successiva realizzazione, la Commissione Barriere Architettoniche e Sensoriali del Tavolo di Concertazione per l’inclusione sociale dell’ambito territoriale Napoli 33. Il Peba, una volta redatto, dovrà essere portato all’attenzione del
Consiglio comunale entro e non oltre il 31 ottobre 2016 per l’approvazione.