Capri Watch, fashion accessories

Barca a vela alla deriva soccorsa dalla Capitaneria a Vico Equense

motovedetta-55

Week-end molto impegnativo per gli uomini della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, diretta dal capitano di fregata Ivan Savarese. Seppure lontani dalla stagione estiva e dalle sue calde giornate, non cessano le richieste di soccorso che giungono al numero di emergenza della Guardia Costiera. Tra queste quella arrivata ieri da parte del comandante di una barca a vela di circa 10 metri che riferiva di trovarsi, con un’altra persona a bordo, a circa quattro miglia dalla costa della zona denominata Scrajo nel Comune di Vico Equense e di non governare più l’unità a causa di una avaria al motore e di un problema al timone.

Immediatamente è stata attivata la catena di soccorso, con il dirottamento della motovedetta CP 532, già in attività di pattugliamento per contrasto alla pesca di frodo, nonché si allertava, stante il continuo peggioramento delle condizioni meteo marine, anche l’unità Sar CP 858 in servizio presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Capri. La dipendente motovedetta CP 532 di Castellammare di Stabia, dopo pochi minuti, giungeva in prossimità dello specchio acqueo di intervento e, sulla base delle informazioni ricevute dalla Sala Operativa, dirigeva verso l’unità in difficoltà. A bordo della stessa si trovavano due persone di circa cinquant’anni, entrambi in evidente stato di agitazione.

L’equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera, provvedeva a tranquillizzare gli occupanti ed a porre l’unità in sicurezza, scortandola nel porto di Piano di Sorrento. Si evidenzia che l’intera operazione di soccorso si concludeva positivamente nel giro di pochi minuti senza conseguenza per l’imbarcazione e senza alcun ferito, grazie al tempestivo intervento dell’unità navale della Capitaneria di Porto, già in zona per attività di prevenzione e tutela ambientale del litorale sorrentino. Infatti, tenuto conto delle forti correnti in zona, un intervento di routine avrebbe comportato una ben più lunga permanenza in mare dei malcapitati ormai alla deriva.

Continuano intanto i pattugliamenti nelle acque di giurisdizione anche nella giornata di domenica con il personale militare a bordo del battello GC A56 impegnato nell’attività di controllo in materia di pesca e sicurezza della navigazione. Si ritiene sempre necessario ricordare che le emergenze in mare possono essere segnalate alla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, attiva 24 ore su 24 attraverso il numero blu 1530.