Capri Watch, fashion accessories

Bagnanti in difficoltà e barche affondate nel mare della costiera

barca-affondata-piano

Continua incessante l’attività della Guardia Costiera. Sin dalle prime ore di ieri, domenica 2 luglio, a causa anche delle avverse condizioni meteo, sono giunte presso la sala operativa, numerose richieste di intervento, la prima delle quali riguardava un soccorso per un principio di incendio a bordo di un natante nelle acque antistanti la località Pozzano nel comune di Castellammare di Stabia, prontamente risolto dai militari intervenuti sul posto.

Successivamente gli stessi uomini della Capitaneria di Porto hanno notato nelle acque antistanti lo stabilimento balneare “Famous Beach”, un uomo in mare con gravi difficoltà di galleggiamento, quasi in fin di vita, stremato dallo sforzo per cercare di tornare a riva. I militari lo hanno tratto in salvo sul gommone GC A56 e poi lo hanno trasportato fino al porto di Castellammare di Stabia dove ad attenderli c’era l’ambulanza del 118, che gli ha prestato le prime cure del caso.

I militari della Guardia Costiera, dopo aver portato in salvo il naufrago, continuavano nella loro attività di “Mare Sicuro” e giunti in località Meta, nelle acque antistanti la costa dove sorgeva l’ecomostro di Alimuri, portavano in salvo due bagnanti minorenni che avevano grandi difficoltà a tornare sulla terraferma, causa le avverse condizioni meteo.

motovedetta-mare-sicuro

Nel mentre le unità della Capitaneria rientravano nel porto di Castellammare di Stabia, allertati dalla sala operativa, si dirigevano nelle acque antistanti lo stabilimento balneare “Bikini”, dove c’era un’unità da diporto con un’avaria al motore. Le quattro persone a bordo sono state trasbordate sul mezzo della Guardia Costiera e portate in salvo tutti nel porto di Castellammare di Stabia.

Non finisce qui la giornata di superlavoro in mare. In località Marina di Puolo, poco distante dalle imboccatura del porticciolo, un natante di 7 metri è affondato e le persone a bordo sono state tratte in salvo dai mezzi intervenuti sul posto.

Un altro salvataggio è stato infine effettuato ad un miglio dal porto di Piano di Sorrento, dove due uomini presenti a bordo di un’unità a vela semi-affondata, sono stati tratti soccorsi e portati al sicuro sulla terraferma. Sono tutt’ora in corso le operazioni atte a tutelare la sicurezza della navigazione e la salvaguardia delle acque, mentre non risultano situazioni di inquinamento marino.

“Corre l’obbligo di ricordare – dichiara il comandante della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, Guglielmo Cassone – che è molto importante per gli utenti del mare attenersi a quelle che sono le norme di navigazione nonché la buona perizia marinaresca. Prima di intraprendere qualsiasi tipo di navigazione bisogna avere cura di informarsi delle condizioni meteo marine presenti nel tratto di mare ove si intende navigare. Gli episodi di ieri, risaltano ancora una volta la professionalità e l’organizzazione degli uomini della Guardia Costiera, chiamati quotidianamente ad assolvere i propri compiti istituzionali, in particolare il soccorso in mare”.