Associazionismo giovanile, la chiave per il rilancio di piazza Veniero

Piazza-veniero

SORRENTO. “Una piazza dei giovani” che possa finalmente tornare a vivere attraverso iniziative a sfondo culturale e sociale. É questo l’obiettivo di otto associazioni culturali e giovanili della penisola: “Effetto Placebo”, “Rotaract Club Castellammare-Sorrento”, “A.L.I.”, “Peninsula Felix Giovani”, “Un ponte tra passato presente e futuro”, “Associazione giovanile di volontariato Sant’Antonino Abate”, “Gioventù Attiva” e “La Penisola in movimento”.

 Un team di giovani armati di buona volontà ed idee concrete che hanno formato un comitato organizzativo per provare a dare una nuova luce a una delle zone “meno vissute” della Città. Il Corso Italia, quando chiuso al traffico, offre la possibilità a residenti e turisti di vivere la città a piedi, ma è inutile nascondere che la passeggiata “classica” all’altezza di Villa Fiorentino si interrompe, perché come dicono in molti: “avanti non c’è nulla”.

Il comitato e l’amministrazione comunale si stanno confrontando già da alcune settimane per tracciare una valida strada da seguire per il rilancio della zona. Le associazioni hanno quindi creato una pagina Facebook (Comitato Civico Giovanile per il rilancio di Piazza Veniero) ed una email (comitatopiazzaveniero@gmail.com) per invitare e coinvolgere la cittadinanza e le altre associazioni a proporre delle iniziative da realizzare. Le proposte non mancano e lo spirito dei giovani è quello di creare un confronto reale con i cittadini, per provare, insieme, a rilanciare la piazza attraverso una presenza attiva e propositiva.

Intanto, l’amministrazione comunale con la determina 1286 del 12/11/2013, ha disposto lo sgombero e pulizia del locale al centro della piazza. Un piccolo intervento che prevede anche la chiusura del vano scala, il livellamento del calpestio con idoneo massetto autolivellante, la realizzazione di un impianto elettrico completo di corpi illuminanti, il ripristino del rivestimento esterno, la rimozione degli elementi lignei posti a chiusura dei vani e il trasporto a rifiuto del materiale di risulta. Un segnale importante che apre la strada all’arrivo del Natale e, auspicabilmente, ad una nuova vita per piazza Veniero.

RIPRODUZIONE RISERVATA