Arriva nelle scuole il fumetto “Massa Lubrense… che storia è questa?!”

presentazione-fumetto-massa-2

“Massa Lubrense…che storia è questa?!” non è solo un fumetto e non è solo un racconto destinato ai più piccoli. Questa è la sintesi di quanto ribadito durante la presentazione del 18 marzo nella sala consiliare del Comune di Massa Lubrense, alla presenza del sindaco e degli assessori che hanno sostenuto economicamente parte della realizzazione di quest’opera, nata da un’idea della Pro Loco Lubrense e realizzata con l’Archeoclub e la Fenice.

“Il progetto nasce dall’esigenza di comunicare l’enorme patrimonio culturale del nostro territorio, sia ai turisti sia ai nostri ragazzi” afferma la presidente Pro Loco, Teresa Pappalardo, cui fa eco il presidente dell’Archeoclub, Stefano Ruocco, il quale ricorda che la mission della sua associazione è proprio quella di diffondere quanto più possibile la conoscenza del patrimonio culturale del territorio tra i cittadini, gli ospiti che vi soggiornano e, ancor di più, tra gli studenti.

presentazione-fumetto-massa-1

“Umberto Eco è stato definito il “protettore del fumetto” e tale riconoscimento conferma ulteriormente il fatto che questo volumetto non è ‘letteratura bassa’ – spiega Stefano Ruocco – ma il nostro lavoro ha ricevuto già il plauso della direzione nazionale di Roma. L’Archeoclub collabora con le scuole e questo progetto vuole ancor più radicare tra i giovani non solo l’amore per la storia del nostro paese, ma soprattutto la voglia di scoprirla e di raccontarla in prima persona. Crediamo fermamente – continua il presidente del sodalizio – che solo lavorando con le scuole, facendo progetti ad hoc, che solo collaborando con le altre associazioni presenti sul territorio, in sinergia con gli amministratori pubblici, possiamo prenderci seriamente cura della nostra città tentando così di evitare scempi e distruzioni irrimediabili”.

Domenico Palumbo, autore dei testi nonchè vice presidente dell’Archeoclub ha precisato che “Massa Lubrense…che storia è questa?!’ non è il suo libro. “Questo fumetto – spiega – è un atto di gratitudine da parte mia e di tre associazioni nei confronti di tutta Massa Lubrense; perciò nessuno deve utilizzare questo libro per scopo di lucro. Infatti ciò che sarà raccolto servirà a finanziare la realizzazione degli altri volumetti, e, alla fine, il ricavato ottenuto con la versione in lingua sarà reinvestito in promozione e tutela del nostro territorio”.

presentazione-fumetto-massa

In coerenza con lo spirito dell’iniziativa, lunedì 21 marzo, gli autori hanno fatto tappa presso le scuole per presentare il fumetto ad una vasta platea di studenti degli Istituti Comprensivi “Pulcarelli” e “Bozzaotra”.

Franco Simioli, rappresentante della Fenice, ha più volte ringraziato gli alunni e i docenti per aver risposto positivamente e con entusiasmo a questo progetto di sensibilizzazione, senza dimenticare l’indiscusso contributo alla realizzazione dell’opera da parte della dottoressa Ilaria Mastromano.

“A voi ragazzi – ha continuato Palumbo – ho voluto comunicare una sola cosa: si deve andare in cerca della memoria, perché la storia non è solo una noiosissima lista di fatti e date da ricordare, ma è fatta di pietre, luoghi, parole antiche e tradizioni che viviamo nel presente, senza rendercene conto. Infatti il fumetto è così strutturato: la prima parte è una storia da ascoltare più che da leggere; poi inizia il fumetto vero e proprio, che mette in scena le fonti antiche. Alla fine, c’è la mappa, perché siate voi a scoprire i posti come degli avventurieri”.

Dopo brevi ma accattivanti interventi degli altri convenuti, il vice sindaco Giovanna Staiano, a nome dell’amministratone comunale, ha distribuito gratuitamente il volumetto ai ragazzi entusiasti di questo originale strumento di apprendimento della storia.

In attesa di qualche altra occasione di presentazione dell’opera, il testo è disponibile nei locali della Pro Loco Massa Lubrense con una donazione di 3 euro.