Arriva la sentenza, il convento dell’Annunziata ai frati “Minimi di San Francesco di Paola”

Annunziata-convento

MASSA LUBRENSE. Arriva la sentenza della Corte di Cassazione per il caso del convento, nella frazione collinare dell’Annunziata, conteso dall’IPAB di Massa Lubrense e dalla Provincia religiosa di “Santa Maria della Stella di Napoli”, alla quale fa capo il sacro “Ordine dei frati Minimi di San Francesco da Paola”.

 

Dopo due anni di attesa la sesta sezione civile della Cassazione, presieduta dal giudice Mario Finocchiaro assistito dalla relatrice Adelaide Amendola, rigetta il ricorso presentato dal presidente dell’IPAB, Francesco Mosca ed assegna ai frati “Minimi di San Francesco di Paola” della provincia religiosa di “Santa Maria della Stella di Napoli” il convento dell’Annunziata.

Il convento, chiuso insieme all’attigua chiesa dal 1990 per carenza sia di alunni della locale sezione di scuola media che di aspiranti novizi della scuola Apostolica, fu costruito nel 1600 accanto alla chiesa ex cattedrale dal nobile Marco Cangiano, benefattore e medico massese molto stimato a Napoli, perché vi fossero ospitate fanciulle orfane del paese.

RIPRODUZIONE RISERVATA