Approvate le nuove aliquote dei tributi locali, arrivano importati riduzioni

comune-sorrento

SORRENTO. Nel corso della seduta di ieri, il Consiglio comunale ha approvato le nuove aliquote dei tributi locali.
Tra le novità, una riduzione nella misura del 15 per cento della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili, della quale beneficeranno cittadini e imprese, e che porta l’aliquota per le abitazioni principali di lusso di categoria A1, A8 e A9 da 1,9 a 1,6 per mille e l’aliquota per tutti gli immobili, ad eccezione di quelli di categoria D, da 1,5 a 1,3 per mille.
Per la Tari, la tariffa sui rifiuti solidi urbani, è stata decisa una diminuzione, in particolare a favore di categorie come quella dei ristoratori.

Per l’Imu restano invece invariate tutte le aliquote fissate per l’anno 2013, ad eccezione delle abitazioni concesse in uso gratuito a parenti entro il secondo grado, o locate a canone agevolato, che saranno diminuite al 7,6 per mille.

“Questi provvedimenti influiranno in maniera positiva sui bilanci di famiglie ed aziende di Sorrento – commenta il sindaco, Giuseppe Cuomo -. Un risultato reso possibile grazie a tagli sulla spesa corrente e ad un maggior gettito per l’erario comunale. Il tutto senza intaccare la qualità dei servizi offerti. Il Comune dei Sorrento, infatti, è tra i pochi enti locali in tutta la Regione Campania, che investe sempre più sul sociale, mantenendo nel contempo un impegno sempre alto in termini di promozione turistica”.

L’approvazione del Bilancio dell’ente è stata rinviata agli inizi di settembre, una volta acquisito il parere dei revisori dei conti.