Capri Watch fashion & Accessories

Appello al Governo: Ristori urgenti per le attività ricettive della costiera sorrentina e Capri

sorrento-deserta-1

Assegnare i ristori alle attività ricettive in ragione dell’incidenza del turismo sul pil di un territorio. È questa la richiesta formulata al Governo ed alla Regione da Atex Campania, l’associazione delle strutture extralberghiere operante in particolare nell’area sorrentina e di Capri. Località dove l’accoglienza rappresenta il settore trainante dell’economia, ben oltre il 13 per cento che rappresenta la media nazionale.

“Dallo scorso aprile abbiamo proposto di individuare i territori in cui il sistema economico è completamente collegato all’ospitalità ed al suo indotto – spiega Sergio Fedele presidente Atex -. Queste che noi chiamiamo Zone a turismo prevalente sono aggredite da una povertà crescente, inarrestabile, perché non hanno alcuna alternativa produttiva. In queste aree era ed è fondamentale una strategia mirata attraverso misure straordinarie e immediate da parte di Governo e Regione”.

I titolari delle attività extralberghiere lamentano che “purtroppo su questo argomento ad oggi si sono spese solo tante parole mentre la situazione diviene sempre più drammatica”. Da Atex arriva quindi l’appello per misure urgenti. “Chiediamo ristori immediati per tutte le strutture ricettive delle Zone a turismo prevalente, da corrispondere già nel primo bimestre del 2021, calcolati con una percentuale (minimo 60 per cento) della perdita subita nell’intero 2020”.

Risorse importanti per le aziende che devono arrivare prima del definitivo tracollo. “Non c’è un minuto da perdere – conclude il presidente di Atex Campania – altrimenti il sistema ricettivo delle principali località turistiche come le nostre crollerà trascinandosi tutto l’indotto e impoverendo quelle zone che hanno rappresentato la forza trainante del turismo della Campania”. Fedele chiede anche ai sindaci di questi territori di farsi portavoce delle istanze degli operatori.