Appaltati i lavori per la riqualificazione del porto di Marina di Cassano

portopiano-piccola

PIANO DI SORRENTO. Al via il restyling di Marina di Cassano. Il Comune ha appaltato i lavori di adeguamento funzionale ed ammodernamento dell’area di pesca del porto.

 

Ad aggiudicarsi la gara è stata un’associazione temporanea di imprese. Sono ben 22 offerte pervenute al Comune e tra queste le società Prisma e Sorrento Subservice hanno presentato quella più bassa: 532mila euro, con un ribasso del 23,76 % sull’importo a base d’asta.

Concluso l’iter per la gara ed affidati i lavori, non resta che attendere l’apertura dei cantieri. Le operazioni dovrebbero prendere il via nel giro di poche settimane, probabilmente già agli inizi di gennaio. Entro la fine di luglio sono previsti il completamento dei lavori e l’installazione di tutte le attrezzature. Per la fine del 2014, inoltre, le opere dovrebbero essere collaudate per poi entrare in funzione a pieno regime.

Il progetto, stilato dall’Ufficio tecnico comunale, prevede la realizzazione di uno scalo di alaggio. Una struttura di ultima generazione, costruita in cemento e legno con un chiaro obiettivo: agevolare il lavoro dei pescatori e degli operai impegnati nei cantieri della zona. Non è un caso, quindi, che il progetto contempli anche l’apertura di un esercizio commerciale a pochi metri dallo scalo. Una strategia per incentivare la pesca a chilometri zero in un borgo che da questa attività ha sempre tratto la propria linfa vitale.

Particolare attenzione è stata riservata all’aspetto ambientale. Lo scalo sarà dotato di un particolare sistema di riutilizzo delle acque reflue. Queste ultime saranno trattate e riutilizzate per il lavaggio delle imbarcazioni. In questo modo si eviterà di sversare saponi ed acque sporche direttamente a mare. Infine, occhio al consumo di energia. Il tetto della pensilina sarà ricoperto di celle fotovoltaiche, capaci di produrre tutta l’energia necessaria per attivare i macchinari. Da ultimo, i tecnici provvederanno a consolidare il molo già esistente. Insomma, una struttura all’avanguardia per rilanciare la pesca e la cantieristica di Marina di Cassano. Il tutto sfruttando il milione di euro messo a disposizione dalla Comunità europea, attraverso la Regione Campania.

“L’ammodernamento del porto di Marina di Cassano resta una priorità assoluta del mio impegno programmatico – sottolinea il sindaco Giovanni Ruggiero –. Il rilancio dell’economia locale passa necessariamente attraverso un’adeguata rete infrastrutturale. E questo progetto, stilato dagli uffici comunali e finanziato con fondi europei, va proprio in questa direzione”.

Ma le novità per la Marina di Cassano non finiscono qui. Nei giorni scorsi, la Giunta municipale ha approvato un progetto preliminare di riqualificazione dell’arenile stilato dall’architetto Luigi Mollo. Su proposta del sindaco, l’esecutivo cittadino ha deciso di inserire, nelle fasi successive della progettazione, la previsione di una piccola banchina per l’attracco temporaneo delle imbarcazioni da diporto. La struttura troverà spazio in corrispondenza del varco di accesso all’ascensore pubblico. Una scelta niente affatto casuale visto che, come si legge nel testo della delibera, “la mancanza di tale infrastruttura costringe i diportisti ad utilizzare banchine destinate all’ormeggio o al servizio della pesca”. La stessa Giunta, infine, si è riservata l’esame finale e la definitiva approvazione del progetto.

RIPRODUZIONE RISERVATA