Capri Watch fashion & Accessories

Anziano di Piano di Sorrento morto di Covid, 10 medici indagati

luigi-starita

La Procura di Torre Annunziata ha deciso di procedere alla riesumazione della salma di Luigi Starita, l’uomo di 75 anni di Piano di Sorrento, deceduto alla fine dello scorso marzo intanto che attendeva di essere sottoposto a tampone per il Covid-19. Mercoledì l’autopsia mentre sono partiti 10 avvisi di garanzia per l’ipotesi di reato di omicidio colposo nei confronti di altrettanti camici bianchi.

Sotto inchiesta finisce il medico di famiglia di Luigi Starita, ma anche alcuni sanitari dell’ospedale di Sorrento dove, il paziente venne ricoverato per qualche giorno, oltre a quelli del Loreto Mare, dove l’anziano arrivò in condizioni ormai disperate. I pm vogliono stabilire se ci sono state responsabilità o ritardi nelle cure somministrate, a partire dai primi sintomi manifestati da Luigi Starita.

Inchiesta avviata in seguito alla denuncia di Viviana Starita, figlia dell’uomo che all’inizio di marzo, è rimasto contagiato dal virus (per leggere l’articolo dettagliato dell’accaduto clicca qui). Nel mirino della Procura oplontina, oltre al medico di famiglia ci sono sei medici del Santa Maria della Misericordia di Sorrento e tre del Loreto Mare di napoli. Tutti i soggetti indagati avranno ora modo di sostenere le proprie ragioni, nel tentativo di evidenziare la correttezza della propria condotta.