Ancora un incidente sulla statale 163 Amalfitana

statale 163 positano

Ieri mattina, verso le 12 e 30, un ragazzo di 15 anni, residente a Meta di Sorrento, si è schiantato con il proprio scooter contro un autocarro. L’impatto si è verificato all’altezza del chilometro 6 e 700 dell’Amalfitana, in località Tordigliano.

A provocare lo scontro sarebbe stata la forte pioggia che in quel momento si abbatteva sulla zona, la quale ha reso l’asfalto viscido e la perdita di controllo del motociclo da parte del 15enne. Lo schianto a quel punto è stato inevitabile. Il ragazzo, che viaggiava in direzione di Piano di Sorrento, è finito contro la parte anteriore dell’autocarro che procedeva lungo la direttrice opposta. L’autista del furgone, un uomo di 60 anni di Montemarano (AV), non ha riportato danni, mentre il giovane centauro è rimasto riverso sull’asfalto gravemente ferito.

 

Immediati sono scattati i soccorsi, con un’ambulanza del 118 che ha raggiunto il luogo dell’incidente in pochi minuti. Il giovane è stato immobilizzato e trasportato all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento. Qui i medici del pronto soccorso gli hanno riscontrato una grave emorragia cerebrale e la lussazione del gomito sinistro con un profondo taglio all’avambraccio che è arrivato ad interessare anche il muscolo. Sul corpo, inoltre, presentava diversi tagli ed escoriazioni. Dopo averlo sottoposto ad una tac ed agli altri esami del caso, il giovane centauro è stato stabilizzato, ma a causa delle sue gravi condizioni i sanitari del presidio sorrentino ne hanno disposto l’immediato trasferimento presso il reparto di neurochirurgia del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, struttura meglio attrezzata per affrontare le emergenze legate alle emorragie cerebrali. Al momento il 15enne è ricoverato in prognosi riservata presso la struttura sanitaria salernitana.

Sul luogo dell’incidente, intanto, sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Sorrento, agli ordini del capitano Leonardo Colasuonno, che hanno eseguito i rilievi per ricostruire l’esatta dinamica dell’impatto. In base a quanto emerso dai riscontri eseguiti dai militari dell’Arma lungo la carreggiata e dalle testimonianze raccolte tra quanti hanno assistito al drammatico incidente, sembra confermata la prima ipotesi, ossia che a provocare lo schianto sia stata la pioggia che ha reso la strada scivolosa, con la conseguente perdita di controllo dello scooter da parte del ragazzo. Sarebbero quindi da escludere eventuali responsabilità dell’autista dell’autocarro coinvolto nell’incidente. I carabinieri, considerata la gravità delle condizioni del 15enne, hanno comunque provveduto a porre sotto sequestro sia il furgone, che lo scooter guidato dal giovane. Entrambi i veicoli, inoltre, sono risultati in regola con tutti i documenti di circolazione, così come è emerso che il ragazzo, al momento dell’incidente, indossava e teneva regolarmente allacciato il casco protettivo.