Anche il Sorrento nel nuovo filone d’inchiesta per il calcioscommesse

scudetto-sorrento

SORRENTO. Una notizia che contribuisce ad allontanare ulteriormente i tifosi dalla squadra. Come riporta stamane il sito de ilmattino.it, anche il Sorrento Calcio sarebbe invischiato nella nuova inchiesta che in tutta Italia vede coinvolte decine di persone che avrebbero condizionato i risultati di incontri di calcio per agevolare il loro giro di puntate.

La Polizia di Stato ha eseguito decine di fermi in tutto il Paese nei confronti di calciatori, dirigenti e presidenti di club.
L’inchiesta è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. L’accusa è associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva. I poliziotti del Servizio centrale operativo e della squadra mobile di Catanzaro hanno operato nelle province di Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria, Bari, Napoli, Milano, Salerno, Avellino, Benevento, L’Aquila, Ascoli, Monza, Vicenza, Rimini, Forlì, Ravenna, Cesena, Livorno, Pisa, Genova e Savona.

Per quanto riguarda il Sorrento, l’unico tesserato coinvolto nell’inchiesta sul calcioscommesse sarebbe il calciatore Luciano Ariel Pignatta.