Ambulanza bloccata, muore a 39 anni

nuova-strada-li-simoni-2

SORRENTO. Proprio oggi avrebbe compiuto 39 anni, ma non ha avuto modo di festeggiare. M.N., residente nella frazione di Priora, ieri sera ha accusato un malore mentre si trovava in casa, in contrada Li Simoni. I familiari hanno immediatamente allertato il 118, ma l’ambulanza ha avuto molte difficoltà a raggiungere la zona. Infatti l’abitazione dell’uomo – che era ai domiciliari per reati attinenti gli stupefacenti – si trova nell’area della frana del 4 ottobre scorso. L’ambulanza, quindi, per poter arrivare presso la casa dove si trovava M.N. avrebbe dovuto percorrere la stradina realizzata attraverso alcuni fondi agricoli di via Montecorbo. Arrivato ad un certo punto, però, il veicolo di soccorso è rimasto bloccato in quanto il viottolo è troppo stretto. Quando i sanitari hanno raggiunto l’abitazione per il 39enne non c’era più niente da fare, era già morto.

Il referto parla di decesso dovuto ad una crisi respiratoria. In ogni caso la salma è stata trasferita all’obitorio di Castellammare di Stabia dove sarà sottoposta ad esame autoptico. Gli accertamenti dovrebbero consentire anche di appurare se il decesso poteva essere evitato in caso di intervento più tempestivo dei soccorsi. Il dramma vissuto ieri sera, comunque, riaccende i riflettori sulla situazione della mobilità nella zona de Li Simoni dopo l’evento franoso che ha distrutto via Fontanelle, l’unica strada che consentiva di raggiungere il borgo agricolo prima dell’apertura del percorso alternativo. Ma anche ora, come si è avuto purtroppo modo di verificare ieri sera, in caso di emergenza i mezzi di soccorso sarebbero impossibilitati ad intervenire in tempi rapidi.