Capri Watch fashion & Accessories

Al via le misure del Cura Italia, i chiarimenti dell’Inps

inps

L’Inps al lavoro per offrire le prestazioni previste dal decreto Cura Italia. Ma al momento c’è anche tanta confusione. Allo scopo di chiarire meglio la situazione ed evitare inutili corse da parte degli utenti dall’istituto hanno diffuso la nota che pubblichiamo di seguito.

L’Inps è pronto a dare attuazione a tutte le misure del decreto Cura Italia. L’istituto si trova a gestire 10 miliardi di euro, in poche settimane, per circa 11 milioni di utenti tra cassa integrazione e gli altri strumenti di sostegno al reddito. Uno sforzo più grosso di quello che lo scorso anno ci ha visti impegnati sul Reddito di Cittadinanza e Quota 100, sia in termini di risorse economiche che in termini di utenti.
Non c’è nessun click day inteso come finestra dentro la quale si possono fare domande di prestazioni. Avremo domande aperte a tutti, ed un giorno di inizio, con un click. Purtroppo, c’è stato un grande fraintendimento su questa formula. La spiegheremo meglio a tutti i nostri utenti.
Il congedo parentale per i lavoratori dipendenti è già attivo, e ad oggi l’istituto registra circa 100mila richieste di congedo con periodi dal 5 marzo.
Le procedure per la Cassa integrazione, sia quella ordinaria che la deroga, sono consolidate e ulteriormente semplificate.
I congedi per la gestione separata, gli autonomi, e i cinque indennizzi per professionisti e co.co.co, lavoratori autonomi, turismo, agricoli e spettacolo, saranno operativi nei prossimi giorni.
Le procedure e la domanda per il bonus babysitter sono in fase di avvio.