Al via la pulizia delle spiagge e l’installazione di posacenere

pulizia-spiagge-bambini

MASSA LUBRENSE. Via i mozziconi di sigaretta dalle spiagge della costiera. In settimana doppio appuntamento per il Parco marino di Punta Campanella. Sarà ripulito, con un occhio particolare di attenzione alle fastidiosissime cicche, l’arenile di Marina di Puolo a Massa Lubrense, mentre è stata già effettuata un’operazione di rimozione di rifiuti a Tordigliano, nel comune di Vico Equense.

L’iniziativa si inserisce nella campagna “Ma il Mare non vale una cicca?” promossa da MareVivo e che vedrà impegnati centinaia di volontari su circa 50 spiagge italiane. A Marina di Puolo, gli operatori del Centro di Educazione Ambientale, insieme ai volontari stranieri del progetto Mare e con la presenza della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, armati di rastrelli e palette, raccoglieranno tutte le cicche di sigaretta gettate incautamente sull’arenile.

L’evento si terrà sabato mattina ed avrà anche l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema, sempre più incalzante, delle sigarette lasciate in spiaggia. I mozziconi sono rifiuti pericolosi per l’ambiente, ricchi di sostanze tossiche e non facilmente biodegradabili. Le cicche non sono solo brutte da vedere, ma costituiscono una reale minaccia per la vita acquatica e la fauna selvatica. Sono stati trovati mozziconi nello stomaco di pesci, uccelli, tartarughe, balene e altre creature marine. Ogni anno milioni di animali perdono la vita a causa dell’ingestione di cicche di sigaretta scambiate per cibo.

Per questo è ora di dire basta a questa pessima abitudine. L’iniziativa ha il patrocinio dell’assessore all’Ambiente del Comune di Massa, Sonia Bernardo, e nell’occasione saranno installati 12 posacenere su tutto il territorio cittadino, di cui 2 sulla spiaggia libera di Marina di Puolo.

“Aderiamo sempre con convinzione ad eventi di questo tipo per tutelare e valorizzare le spiagge del nostro territorio – dichiara il presidente del Parco marino di Punta Campanella, Michele Giustiniani -. Sensibilizzeremo i bagnanti sul problema delle cicche e agiremo praticamente rimuovendole e installando alcuni posacenere sulle spiagge e sul territorio di Massa Lubrense. La sinergia tra enti, Capitaneria, associazioni e cittadini – conclude Giustiniani – è fondamentale per tutelare al meglio il mare e i nostri splendidi borghi marinari”.

Anche Tordigliano, nel Comune di Vico Equense, è stata interessata dalle operazioni di pulizia. Mercoledì scorso la grande spiaggia in costiera amalfitana, a poche miglia da Positano, è stata ripulita dai volontari del progetto Mare e dell’Associazione Macchia Mediterranea di Positano. Circa mezza tonnellata di spazzatura e migliaia di cicche sono state rimosse.

Su quest’arenile spesso si spiaggiano grosse quantità di rifiuti durante le tempeste invernali, ai quali si aggiungono quelli lasciati dai bagnanti. E così una delle più belle perle della costiera viene rovinata da buste di plastica e bottiglie. Il programma ha previsto anche la pulizia dei sentieri che portano alle spiaggette della costiera. I rifiuti sono stati rimossi via mare con l’ausilio delle barche messe a disposizione dell’Associazione Macchia Mediterranea e la collaborazione del Comune di Positano per la raccolta e lo smaltimento.