Al via il restyling della stazione della Circum di Sant’Agnello

stazione-sant-agnello

SANT’AGNELLO. E’ senza ombra di dubbio uno dei simboli del degrado in cui versa l’ex Circumvesuviana: lavori per l’installazione di tornelli mai conclusi, bagni pubblici mai diventati operativi tanto che lo stesso pavimento è stato trasformato in orinatoio pubblico, punto di scambi improbabili di biglietti per l’accesso al treno, nonchè luogo in cui vandali della zona hanno potuto mostrare il meglio di sé distruggendo le vetrate dell’edificio. E’ la stazione di Sant’Agnello di cui da anni si attende il recupero.

Tanti gli appelli dei cittadini, dei viaggiatori e degli esercenti volti a richiedere maggiori controlli per restituire ad una zona a vocazione turistica, uno scalo ferroviario che sappia essere all’altezza. Fino ad oggi, però, tutte le iniziative non hanno sortito l’effetto sperato.

Poi, pochi giorni fa c’è stato un sopralluogo presso la struttura degli ispettori dell’Eav e ieri un primo segnale incoraggiante: la pulizia radicale della stazione, uno degli aspetti più sollecitati dai cittadini considerando la presenza di colonie di topi che infestavano l’area. Intervento a cui si è aggiunta la promessa di imminenti lavori di ammodernamento, in vista dei quali l’Eav ha ripreso le trattative con l’amministrazione comunale di Sant’Agnello per ottenere i necessari permessi.

Ovviamente ci si augura che questo sia solo un primo passo verso un completo miglioramento dell’accoglienza dei viaggiatori e nei servizi offerti all’utenza, sia locale che turistica.